ESCLUSIVA TJ - Simon Johnson (The Athletic): "Chelsea in gran forma, vi svelo la possibile formazione di Tuchel. Juve farà partita dell'andata, Morata più temuto di Chiesa"

23.11.2021 13:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Simon Johnson (The Athletic): "Chelsea in gran forma, vi svelo la possibile formazione di Tuchel. Juve farà partita dell'andata, Morata più temuto di Chiesa"
TuttoJuve.com
© foto di Uefa/Image Sport

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il collega di "The Athletic" ed inviato al seguito del Chelsea, Simon Johnson, per parlare approfonditamente del match con i bianconeri di questa sera e non solo:

E' il momento migliore, vedendo gli ultimi risultati, per affrontare la Juventus?

"Sì, il Chelsea dalla partita dell'andata ha vinto otto partite su nove. E' in gran forma, c'è più fiducia nei propri mezzi rispetto a quando le due squadre si sono incontrate a settembre. E in quella circostanza veniva dalla sconfitta casalinga con il Manchester City. Al 'King Power Stadium', nell'ultima sfida di Premier vinta per 3-0 col Leicester, ha giocato il più bel calcio stagionale, molti dei giocatori come Chilwell e Hudson-Odoi sono stati brillanti".

Quindi senza Lukaku, il Chelsea gioca meglio? Che ne pensi?

"E' un bell'argomento di discussione questo: i risultati dicono che il Chelsea non ha perso una partita senza di lui, ma si è sempre comportato bene nel momento in cui è stato schierato da Tuchel. E' andato subito in gol con l'Arsenal, il suo modo di giocare è stato abbastanza prepotente. Ieri ha annunciato in conferenza che sarà in panchina. L'infortunio non lo ha aiutato, è chiaro che dovrà trovare più alchimia con i compagni di squadra".

Come se la giocherà il mister campione d'Europa in carica?

"Tuchel ha detto che Havertz è in dubbio per un infortunio e non ha ancora sciolto le ultime riserve. La possibile formazione potrebbe essere un 3-4-2-1 con in porta Mendy, da destra a sinistra Azpilicueta, Christensen e Rudiger, a centrocampo troviamo Kante e Jorginho, con James e Chilwell sugli esterni mentre dietro Werner dovrebbero giocare Mount ed Hudson-Odoi".

Tuchel ha detto che giocare contro Allegri è frustrante. E' un po' timoroso nell'affrontare la Juve?

"Timore o paura non sono le parole giuste per descrivere il suo stato d'animo, piuttosto Tuchel prova un enorme rispetto per la Juventus, il suo allenatore Allegri, per la qualità e per il blasone del club. La formazione bianconera si è dimostrata estremamente organizzata dal punto di vista difensivo, sarà veramente difficile creare delle occasioni per far gol. Penso che il Chelsea farà di tutto per provare a vincere la partita".

La Juve ripeterà il modo di giocare dell'ultima partita in Champions con lo Zenit, oppure quella che vedremo a Londra sarà molto più simile all'ultimo successo in campionato con la Lazio?

"Sarei molto sorpreso se la Juventus giocasse una partita d'attacco a Stamford Bridge. Per me avrà un approccio simile a quello avuto all'andata, sarà molto attenta in difesa e proverà a punire con Morata in contropiede. Sono sicuro che l'attaccante spagnolo cercherà di fare una buona partita contro il club in cui non ha avuto successo, i tifosi poi non si sono disperati troppo quando è stato ceduto. Alla Juve basterà un punto, ecco perché non si scoprirà abbastanza. Vedremo che partita uscirà fuori, mi auguro bella ed interessante".

L'avversario più pericoloso della Juventus si chiama Federico Chiesa?

"Chiesa è stato il top scorer dell'andata, sicuramente è uno dei giocatori di maggior talento da temere. Però, come dicevo poc'anzi, credo allo spirito di rivalsa di Morata, per me sarà lui a marcare la miglior performance avversaria".

A proposito di Chiesa, il Chelsea lo ha realmente cercato la scorsa estate?

"E' un giocatore che piace e fa parte della lista dei desideri, ma non è mai stato fatto nulla per provare a portarlo a Londra. Non è mai stata formulata un'offerta seria per ingaggiarlo, sarei sorpreso se il Chelsea volesse un altro attaccante dopo tutti quelli che già possiede in questo momento".

Si ringrazia Simon Johnson per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.