ESCLUSIVA TJ - Sidney Govou: "Juve una delle migliori d'Europa, ma la favorita è il Lione. Senza Dybala il gioco è veramente diverso. Pjanic? Cessione solo questione di tempo"

07.08.2020 13:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
ESCLUSIVA TJ - Sidney Govou: "Juve una delle migliori d'Europa, ma la favorita è il Lione. Senza Dybala il gioco è veramente diverso. Pjanic? Cessione solo questione di tempo"

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, una colonna portante del Lione sette volte campione di Francia tra il 2001 e il 2008, Sidney Govou, per parlare del match di questa sera e non solo:

Il Lione potrà ripetere lo stesso match dell'andata e uscire così con la qualificazione in tasca dallo "Stadium"?

"Penso che il Lione possieda i mezzi per battere la Juventus, che ha avuto un finale di stagione molto complicato. Per vincere lo scudetto, infatti, ha impiegato davvero molte energie, non è stato molto semplice conquistarlo. Fisicamente vedo gli ospiti un po' più avanti, senza dimenticarci che hanno vinto per 1-0 all'andata".

Che genere di partita farà il Lione? 

"Non dovrà aver paura della Juve, a Torino dovrà giocare come sempre. Nel primo match disputato dopo tanti mesi, si è schierato con un 3-5-2 dove Cornet e Dubois nel ruolo di ali riuscivano anche a dare una mano ai tre dietro di difesa. Questo è rassicurante, perché il problema è stato il reparto difensivo e così c'è più copertura". 

Quale è l'opinione sulla Juventus? L'hai seguita in Serie A?

"Lo scudetto della Juventus è stato meritato, anche se hanno faticato per via delle tante partite giocate in un mese e mezzo. Fisicamente, come già accennavo, stanno pagando tantissimo questi sforzi".

In Francia credete che i bianconeri potrebbero ripetere il match disputato con l'Atletico Madrid?

"Tutto è possibile, la Juve ha già fatto una grande rimonta con l'Atletico lo scorso anno. Possiede dei grandi giocatori, la ritengo sempre una delle migliori in Europa".

Quanto cambierebbe la Juve senza Dybala?

"E' una domanda interessante, perché Dybala è stato il giocatore che ha trascinato la Juventus nel finale di stagione per conquistare il nono titolo di fila. Quando non è presente in campo, il gioco è veramente diverso. Anche se c'è CR7 che conosciamo molto bene, lui è in grado di cambiare una partita con una giocata".

La Juve dell'anno prossimo sarà, inevitabilmente, senza Pjanic. Ti ha stupito la sua cessione nello scambio che ha coinvolto Arthur?

"Assolutamente sì, la Juve ha perso un giocatore davvero molto importante di grande personalità e tanta esperienza. E molto bravo a fornire assist vincenti ai compagni. Era già da un po' di anni che si parlava di una sua cessione, prima o poi doveva arrivare. Sicuramente senza di lui, la squadra bianconera sarà diversa".

In conclusione: chi passerà il turno?

"Non faccio spesso pronostici, ma ho guardato la Juventus in questi ultimi mesi. Penso che per le squadre francesi sarà un grosso vantaggio quello di non aver giocato ogni tre giorni, per cui il Lione sarà favorito per il passaggio del turno".

Domanda extra: Cristiano Ronaldo è uscito una sola volta agli ottavi, guarda caso proprio contro il tuo Lione. Ci puoi raccontare dello scherzetto giocato a Madrid nel 2010?

"Ricordo bene che non era proprio il miglior Lione quello del 2010, ma eravamo comunque riusciti ad eliminare il Madrid. All'andata vinciamo per 1-0 con un gol di Makoun, al ritorno in un incontro altrettanto epico siamo riusciti ad esser cinici. Il Real prese un palo nei primi venti minuti e costrinse Lloris alla grande parata, segnò Ronaldo ma riuscì a pareggiare Pjanic. In quel doppio confronto siamo stati un po' fortunati".

Si ringrazia Sidney Govou per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.