ESCLUSIVA TJ - Sergej Aleinikov: "Speriamo sia stato soltanto un incidente di percorso. Juve sparita nel secondo tempo, su Dybala c'è troppa pressione"

 di Mirko Di Natale Twitter:   articolo letto 8933 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA TJ - Sergej Aleinikov: "Speriamo sia stato soltanto un incidente di percorso. Juve sparita nel secondo tempo, su Dybala c'è troppa pressione"

"Sinceramente, dopo questa sconfitta c'è poco da dire". E' estremamente breve il pensiero dell'ex calciatore bianconero, Sergej Aleinikov, che ai microfoni di TuttoJuve analizza la debacle della Juventus in casa del Barcellona: "La Juventus è sparita nella ripresa dopo un buon primo tempo, ma comunque penso che riuscirà a fare qualcosa di buono. I gol presi sono arrivati nella zona centrale - ha continuato -, tanti giocatori non riuscivano a coprire bene la propria posizione".

Che spiegazione si è dato? E' stato un problema legato all'atteggiamento e alla condizione fisica non perfetta? Perchè nella ripresa la squadra è scomparsa.

"Purtroppo non so dare una risposta, forse dipende dalla mentalità o da altro. Se tu disputi, però, una competizione come la Champions League devi dimostrare il tuo valore nonostante il risultato perchè sei un professionista. Nel secondo tempo non abbiamo visto quasi niente".

Dybala si è fatto prendere troppo dal paragone con Messi?

"Secondo me, c'è troppo peso su questo ragazzo giovane che deve ancora maturare. Lui deve giocare con più tranquillità e deve dimostrare il suo valore partita dopo partita. Sembra che se non ci sia Dybala, la Juve non esista più. E' chiaro che un giocatore può cambiare una squadra, ma c'è troppo peso su di lui".

Per vedere il bicchiere mezzo pieno, si può dire che la Juventus abbia giocato bene prima del gol di Messi nonostante qualche defezione?

"Direi una cosa: se una squadra come la Juve non riesce a sopperire alla mancanza di un calciatore, c'è qualcosa che non va. Nonostante le defezioni, si deve andare in campo per combattere e dimostrare qualcosa. Allegri ha fatto tutto il possibile? Discutiamo solo di quello che abbiamo visto, non sappiamo cosa sia realmente accaduto dentro. Non ha funzionato qualcosa, forse in allenamento. Speriamo sia stato solo un incidente di percorso".

Si ringrazia Sergej Aleinikov per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.