ESCLUSIVA TJ - Paolo Pacchioni (RTL.102.5): "L'Italia e la Juve hanno ancora bisogno di Chiellini. Chiesa giocatore di livello internazionale"

13.07.2021 17:30 di Luca Cavallero   vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Paolo Pacchioni (RTL.102.5): "L'Italia e la Juve hanno ancora bisogno di Chiellini. Chiesa giocatore di livello internazionale"
TuttoJuve.com
© foto di Uefa/Image Sport

Riguardo all'imperiosa vittoria dell'Italia a Euro 2020 e all'attualità in orbita bianconera, la redazione di TuttoJuve.com ha intervistato in esclusiva Paolo Pacchioni, corrispondente di Rtl.102.5.

Cominciamo dall'impresa della Nazionale: quale segreto si cela dietro la vittoria degli azzurri?

"Compattezza e coesione in primis. Ma poi anche grande preparazione tattica".

Per quali ragioni?

"Questa è una Nazionale che sapeva sempre che cosa fare: aveva vari piani che ha saputo sviluppare e concretizzare in campo. Ha inoltre vinto in tanti modi diversi".

Anche ai rigori, rispetto ai quali la tenuta psicologica è di vitale importanza...

"Esatto. L'aspetto positivo che ho colto durante Italia-Inghilterra è che i giocatori fossero tutti consapevoli dei propri mezzi. Sono andati a battere i calci di rigore con grande sicurezza. Il risultato è sotto gli occhi di tutti".

Passando agli azzurri juventini: ti ha sorpreso l'Europeo di Chiellini? C'erano tante incognite, anche (e soprattutto) in virtù della sua tenuta fisica...

"Chiellini si è prefissato l'obiettivo di disputare un grande europeo e lo ha conseguito. Stiamo parlando di uno dei difensori più forti della storia. Rinnovo con al juve? Assolutamente conveniente per il club bianconero".

Chiellini che, tuttavia, ha lasciato - seppur scherzosamente - qualche ombra relativamente al Mondiale del 2022...

"Vedremo come ci arriverà, ma ad oggi la Nazionale non può prescindere da lui".

Capitolo Chiesa: l'Europeo lo ha reso definitivamente un calciatore di livello internazionale?

"Sì, l'Europeo gli è servito per fare questo ulteriore step. Ormai Chiesa è imprescindibile sia per la Juventus - che se lo deve tenere stretto - sia per la Nazionale".

Si ringrazia Paolo Pacchioni per la cortesia e per la disponibilità dimostrate in occasione di questa intervista.