ESCLUSIVA TJ - Paolo De Ceglie: "Sono tifoso della Juve, spero nello Scudetto. Vi parlo di Batshuayi e del mio futuro..."

08.04.2016 16:00 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Paolo De Ceglie: "Sono tifoso della Juve, spero nello Scudetto. Vi parlo di Batshuayi e del mio futuro..."
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La Redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente l'attuale giocatore dell'Olympique Marsiglia in prestito dalla Juventus, Paolo De Ceglie, tre volte campione d'Italia con la maglia della Vecchia Signora. Ecco le sue parole rilasciate ai microfoni di Mirko Di Natale:

Buon pomeriggio Paolo, volevo cominciare questa chiacchierata dalle differenze che hai notato tra il calcio italiano e quello francese...

"Ho notato moltissime differenze, poichè la Ligue 1 è un campionato completamente differente dove la tattica viene un po' a mancare. C'è molta più individualità anche per via dei molti giovani - meno preparati dal punto di vista dell'esperienza - che vengono lanciati con più frequenza e l'errore tattico è meno considerato rispetto all'Italia. E un'altra differenza che pongo in questione è la molta più fisicità rispetto alla Serie A italiana".

Poi c'è il Psg che rende il campionato meno equilibrato...

"Se ci fosse più qualità e un po' più di organizzazione, puoi far molto bene e ci sarebbe più competizione".

Hai seguito la rimonta strepitosa in campionato della Juventus?

"Nonostante i primi mesi difficili, fin da subito avrei scommesso sulla rimonta della Juventus in campionato. Conosco la loro ossatura, è fatta di giocatori importanti e i nuovi arrivi si sono affiatati portando molta qualità. Sono arrivati al livello dello scorso anno e sono cresciuti ancora, sono molto contento e spero possano continuare ciò che ho iniziato io. Campionato? Sono tifoso della Juventus, ma non dico nulla per scaramanzia. Ovviamente spero possano vincerlo i bianconeri".

Chi ti ha più impressionato dei nuovi arrivati?

"Il giocatore che più mi ha impressionato è stato Paulo Dybala, perchè non era facile arrivare da una realtà come Palermo con quella qualità. L'impatto alla nuova realtà è stato molto forte, è giovane e non era facile dimostrare già le sue doti al primo anno in bianconero".

In Italia hanno accostato il nome di Michy Batshuayi alla Juventus. Cosa ci puoi dire del tuo compagno di squadra?

"E' un giocatore con grandi qualità, possiede i mezzi per arrivare in una grande squadra ma deve crescere molto sotto diversi aspetti. Italia? Sinceramente non saprei, il campionato italiano è molto diverso da quello francese. Non è semplice adattarsi al sistema Juventus".

Come vedi il tuo futuro?

"Finirò la stagione con l'Olympique e tornerò alla Juventus visto che ho ancora un altro anno di contatto, poi in estate si vedrà. Sono stato bene tutto l'anno fisicamente e questo mi da sicurezza per l'inizio della nuova stagione, perchè comunque in questi due anni son partito un po' indietro dal punto di vista fisico. Mancanza dell'Italia? L'esperienza all'estero ti fa capire ancora meglio di come tanti paesi hanno da imparare dal calcio italiano".

Si ringrazia l'addetto stampa dell'Olympique de Marseille, Guillaume Ancelin, e Paolo De Ceglie per aver concesso questa intervista.