ESCLUSIVA TJ - Moggi: "Juve unica imputata mentre gli altri fanno cosa vogliono"

"Chiunque è autorizzato a dire ogni cosa possibile contro la Juve, tanto non ci sono interlocutori contrari" le parole di Moggi sul caso plusvalenze e bilanci.
02.12.2022 17:40 di Marco Spadavecchia   vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Moggi: "Juve unica imputata mentre gli altri fanno cosa vogliono"
TuttoJuve.com
© foto di Federico De Luca

Luciano Moggi sul momento della Juventus, caso plusvalenze e bilanci, ai microfoni di Tuttojuve.

NEL PODCAST L'INTERVISTA INTEGRALE A LUCIANO MOGGI

"Bisognerebbe conoscere a fondo i documenti. Detto questo, la Juventus è diventata un giocattolo per tutti. Viene accusata di ogni genere di cosa e non si difende. E quindi chiunque è autorizzato a dire ogni cosa possibile contro la Juve, tanto non ci sono interlocutori contrari. E con questo sistema siamo arrivati ad avere sul banco degli imputati solo la Juventus. E gli altri possono fare quello che vogliono, tanto c'è già la Juve. Da questo punto di vista Calciopoli insegna" le parole dell'ex direttore generale bianconero, Luciano Moggi, a Tuttojuve

Crede che rispetto al 2006 ci sia un atteggiamento più garantista da parte delle istituzioni del calcio, almeno a parole?
"Sì, probabilmente oggi di più rispetto a ieri. Basti pensare che anche la difesa bianconera all'epoca cominciò il processo, attraverso l'avvocato Zaccone, con un'ammissione di colpevolezza. Si è accettata la B quando la sentenza ha poi detto cose diverse". 

Ha fatto bene la Juventus, oggi, ad azzerare il suo Cda? 
"E' stata una decisione improvvisa e quindi non pianificata. Non quali siano nel dettaglio le reazioni che hanno portato a questo".

NEL PODCAST L'INTERVISTA INTEGRALE A LUCIANO MOGGI