ESCLUSIVA TJ - Michele Pazienza: "Troppa poca Juve, c'è sempre la sensazione di subire gol. Pjanic? Il suo infortunio non ha influito. E sul campionato..."

27.01.2020 12:45 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
ESCLUSIVA TJ - Michele Pazienza: "Troppa poca Juve, c'è sempre la sensazione di subire gol. Pjanic? Il suo infortunio non ha influito. E sul campionato..."

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il doppio ex del big match del San Paolo tra Napoli e Juventus, Michele Pazienza, per parlare approfonditamente del day after e non solo:

E' eccessivo dire che la Juventus, ieri, sia rimasta negli spogliatoi?

"Sì, perché così sembra che non sia proprio scesa in campo. A mio avviso non bisogna affatto sminuire la vittoria del Napoli, più cinico e compatto che bello. La squadra partenopea veniva da un periodo poco felice, aveva perciò bisogno di fare punti e di dimostrare nuovamente efficacia".

Una vittoria, a tuo parere, che può aiutare la squadra di Gattuso ad uscire da questa crisi.

"E' una vittoria che arriva contro la prima della classe, presa nel modo giusto può dare uno slancio positivo. Come ha detto ieri Gattuso al termine della partita, ora bisognerà capire che tipo di risposte seguiranno a questa vittoria durante i prossimi match. Il Napoli ora dovrà dare continuità".

Al di là dei meriti del Napoli, che cosa è mancato a questa squadra nel match di ieri?

"Ieri ha costruito davvero poco, ricordo un solo tiro verso lo specchio prima del gol di Ronaldo. E per una squadra che voleva uscire dal San Paolo coi tre punti in tasca, tutto questo non poteva bastare. Quest'anno la Juventus è una squadra cinica, anche negli scorsi match non era stata del tutto brillante".

Credi sia stata influente l'uscita dal campo per infortunio di Miralem Pjanic?

"Il suo infortunio non ha influito sull'esito negativo del match, certo Pjanic poteva dare qualche geometria in più ma in generale era tutta la squadra a non girare. Sicuramente c'è del merito da parte del Napoli, molto umile e disposto al sacrificio".

Hai la sensazione che la Juve, quest'anno, sia meno solida dal punto di vista difensivo rispetto al più recente passato?

"La sensazione è questa, la Juventus in un modo o nell'altro prende sempre gol. E' un po' una caratteristica della squadra di Sarri, anche se era riuscita a ricompattarsi evitando così di subire troppo difensivamente parlando. Credo sarà importante questa settimana per ritrovarsi, i bianconeri non hanno partite infrasettimanali e così potranno preparare al meglio la sfida contro la Fiorentina del prossimo week-end".

Secondo te per il campionato sarà decisivo il derby d'Italia del prossimo 1 marzo?

"No, perché mancherebbero ancora tante partite alla fine e il campionato rimarrebbe comunque aperto. E il merito è da attribuire a squadre come Cagliari, che ieri nella partita con l'Inter ha giocato alla pari. Staremo a vedere, sicuramente quest'anno non è già deciso a questo punto della stagione".

Si ringrazia Michele Pazienza per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.