ESCLUSIVA TJ - Mauro Milanese: "Juve-Inter gara da tripla"

07.12.2018 18:04 di Redazione TuttoJuve Twitter:   articolo letto 2879 volte
Fonte: Intervista di Raffaella Bon
© foto di Monia Bracciali
ESCLUSIVA TJ - Mauro Milanese: "Juve-Inter gara da tripla"

L'ex difensore dell'Inter, Mauro Milanese, amministratore unico della Triestina, ha inquadrato la sfida in programma stasera all'Allianz Stadium di Torino ai microfoni di Tuttojuve.com: "Mi aspetto una bella partita, aperta, dove ci possono essere tre risultati. E' una gara di cartello che è sempre bello vedere e che interessa a tutti. Ad entrambe le squadre rievoca gioie e dolori".

Il fatto che la Juve giochi nel suo stadio quanto può pesare?
"La Juventus in casa ha sempre quell'energia, quella determinazione in più per via della spinta del suo pubblico.  Poi si sa che nel calcio ci sono anche le vittorie in trasferta, per cui tutto può succedere".

Un ricordo particolare?
"Ce ne sono tanti. Ho incontrato la Juve con sette maglie diverse. Poi con l'Inter ricordiamo tutti quella partita, se n'è parlato mille volte. Ricordo entrambe le partite di quell'anno: quella in casa con gol di Djorkaeff, poi la partita Scudetto a fine campionato".

Ci sono state polemiche anche domenica scorsa a Roma. 
"C'è sicuramente da parlare del Var, che però al di là di qualche partita ha reso visibile l'errore. In caso di errore dell'arbitro e del Var, la gente si rende conto di quello che succede in campo. Se non sempre rende giustizia a livello di punti, sicuramente rende giustizia a livello morale. Il tutto fa pensare che questo sistema garantisce un po' tutti, perchè non si possono vedere gli errori sempre per una squadra o magari degli errori sempre contri un'altra squadra. Il Var ha ancora qualche piccola imperfezione, non viene usato lo stesso metro in tutti i campi. Man mano che si va avanti saranno sempre meno, ci saranno sempre meno imperfezioni, così andremo incontro quasi alla perfezione arbitrale".

Ronaldo è il pericolo numero uno dell'Inter?
"Sono partite talmente aperte che possono essere decise da chiunque, anche da un difensore che sale su un corner. E' normale che l'attaccante, quello che tira punizioni e rigori, abbia maggiori possibilità di segnare. E' inutile e scontato dirlo, ma ho la sensazione che non venga decisa da lui questa partita".

L'Inter quanto perde senza Nainggolan?
"Gli manca gamba, inserimento, velocità di esecuzione, spinta a centrocampo, però abbiamo visto che l'Inter ha fatto bene anche senza qualche giocatore. Chiaramente queste partite è sempre meglio giocarle con i titolari in campo".