ESCLUSIVA TJ - Jonatan Binotto: "Juve, scudetto ancora possibile. Con rientro Dybala nessun bisogno di altri attaccanti. Con De Ligt forse non avresti subito 2-0"

18.01.2021 19:00 di Luca Cavallero   Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Jonatan Binotto: "Juve, scudetto ancora possibile. Con rientro Dybala nessun bisogno di altri attaccanti. Con De Ligt forse non avresti subito 2-0"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Riguardo al post Inter-Juventus e all'imminente Supercoppa Italiana, la redazione di TuttoJuve.com ha intervistato in esclusiva Jonatan Binotto, ex calciatore tanto bianconero (1991-1994), quanto nerazzurro (2001).

Come commenti la sconfitta della Juve contro l'Inter?

"Mi auguro che Pirlo riveda alcune cose. Per questo tipo di partite ci voleva nettamente qualcosa di più. Quando viene a mancare la prima aggressione, questi sono i risultati che ti devi attendere".

Prevedi una reazione nell'immediato, già in Supercoppa? E' in palio il primo trofeo della stagione...

"Il Napoli non è l'Inter: è una squadra a cui piace far girare il pallone; l'Inter ti attacca nell'immediato, è più pratica. Vedremo".

Ti aspetti interventi sul mercato nell'immediato dai bianconeri?

"Secondo me, con il rientro di Dybala, il parco attaccanti è al completo ed è competitivo già così. Con il suo rientro hai sicuramente un'alternativa. C' è poi un'attenuante che si può concedere alla Juve".

Prego.

"Le assenze. E' innegabile che che quelle della Juve fossero più importanti rispetto a quelle dell'Inter, sia sulle fasce che centralmente. Entusiasmante il duello Lukaku-Chiellini, ma con De Ligt - forse - il secondo gol non lo avresti preso".

La sconfitta di San Siro sancisce la definitiva abdicazione dello scudetto, dopo nove anni, da parte della Juve?

"No, la corsa è ancora aperta. E' un campionato che va a periodi: c'è stato - ad esempio - il bel periodo della Roma, poi è arrivata la battuta di arresto contro una super Lazio. La lotta secondo me è apertissima e la Juve è ancora dentro. Logico che non deve commettere più errori".

Si ringrazia Jonatan Binotto per la cortesia e la disponibilità dimostrate in occasione di questa intervista.