ESCLUSIVA TJ - Eleonora Pacini (Castelvecchio): "Spero l'emozione non giochi brutti scherzi, la Juventus è di un altro livello ma non partiamo sconfitte. Presidente felicissimo di questo match"

06.12.2018 19:00 di Mirko Di Natale Twitter:   articolo letto 5549 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA TJ - Eleonora Pacini (Castelvecchio): "Spero l'emozione non giochi brutti scherzi, la Juventus è di un altro livello ma non partiamo sconfitte. Presidente felicissimo di questo match"

Il week-end dell'Immacolata non sarà importante soltanto per Juventus-Inter, ma anche per le ragazze di Rita Guarino che esordiranno ufficialmente nella sfida di sabato contro il Castelveccho. La nostra redazione ha contattato, telefonicamente, il capitano ed estremo difensore della formazione romagnola, Eleonora Pacini, per parlare del match e non solo:

Quanto sarà emozionante affrontare la Juventus?

"Sarà molto emozionante, già viviamo questa sensazione in Serie B perché affrontiamo squadre di livello. Sicuramente faremo del nostro meglio per giocarcela in Coppa Italia, sappiamo che la Juventus è di un altro passo ma non partiamo sconfitte".

Sembra che tu voglia concludere la frase precedente dicendo: ma la palla è rotonda.

"Sicuramente! Dal nostro punto di vista c'è molta euforia per questo match mentre dall'altra parte speriamo che ci sottovalutino. Dovesse accader ciò, quasi sempre la squadra più forte è destinata a perdere".

Quale è stata la vostra reazione nel momento in cui avete saputo del sorteggio?

"Appena abbiamo superato il turno, ci siamo confrontate e ci siamo dette che avremo voluto affrontare la Juventus. Abbiamo decisamente indovinato il pronostico (sorride ndr). Con il nostro presidente, juventino da sempre, abbiamo un po' scherzato dicendo che lo abbiamo fatto per lui. E' decisamente contento per questa sfida".

In che modo cercherete di affrontare le vostre avversarie? Quale sarà la vostra tattica?

"La nostra tattica sarà quella di non mollare fino alla fine, fare del nostro meglio e cercheremo di non farci prendere dall'emozione. E' sempre utile spronare le mie compagne, siamo già pronte e vedremo sabato come andrà".

C'è un'avversaria che temi di più in particolare?

"Io sono il capitano e anche il portiere della squadra, per cui non posso non temere le attaccanti (sorride ndr) anche se la Juventus ha dimostrato di saper far gol con tutte le sue calciatrici. Un altro problema sono i calci piazzati: loro sono molto alte mentre noi non siamo proprio delle cime".

Temi le attaccanti, e se ti dovessi fare il nome di Bonansea?

"Lei e Girelli sono due attaccanti molto forti e brave nel capitalizzare il lavoro delle compagne, a differenza di noi che abbiamo qualche problemina dietro".

Doveste conseguire un risultato contro la Juventus, avete già pensato al modo di festeggiare?

"Sì, direi che ci faremo offrire una cena dal presidente (ride ndr)".

Si ringraziano Eleonora Pacini e l'ufficio stampa del Castelvecchio, Eleonora Pacini, per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.