ESCLUSIVA TJ - Claudia Garcia: "Sconfitta può capitare, CR7 rimarrà fino al 2022. Danilo? Garantisce molto equilibrio, criticato perché poco conosciuto. E su Jimenez..."

08.07.2020 16:15 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA TJ - Claudia Garcia: "Sconfitta può capitare, CR7 rimarrà fino al 2022. Danilo? Garantisce molto equilibrio, criticato perché poco conosciuto. E su Jimenez..."

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, la giornalista molto vicina al calcio portoghese e brasiliano, Claudia Garcia, per parlare approfonditamente di CR7 e non solo:

L'incredibile sconfitta di San Siro lascerà, a tuo parere, dei possibili problemi alla Juventus per questo finale di stagione?

"Non credo ci saranno dei problemi, il campionato non è affatto a rischio e credo sia una esagerazione pensarlo. Ho sempre pensato che sarà combattuto fino alle ultime partite, ieri con le sconfitte di Juve e Lazio la situazione è rimasta la stessa della giornata scorsa. I bianconeri avranno dei match difficili, ma questo sarà il momento migliore per mostrare a tutti quanto valgono. Ieri si poteva vincere, ma nel calcio possono capitare quei momenti in cui l'avversario può sovvertire il pronostico in cinque minuti".

Nella Juve senza de Ligt e Dybala, l'unico a salvarsi ieri è stato Cristiano?

"Non sono d'accordo, Cristiano ha giocato bene e ha fatto anche gol ma ho trovato convincente la prestazione di Rabiot. Mi è piaciuta molto. La Juve ha affrontato un avversario scomodo in questo momento come il Milan che ha battuto, nell'ordine, Roma e Lazio negli ultimi match".

A proposito di Cristiano, non lascerà la Juve fino a quando non avrà vinto la sesta Champions personale?

"A mio parere lascerà nel 2022 per diversi motivi, il contratto scade tra due anni e lui vorrà giocare il mondiale in Qatar. Non sarà questa una condizione legata alla vittoria della Champions".

Ritornando al match di ieri, ti è piaciuta la prestazione di Danilo?

"Sì, Danilo mi piace molto come terzino e per buona parte del match ha occupato la fascia opposta di competenza. Lui è un terzino destro di ruolo, non è semplice giocare a sinistra e rendere in egual modo. Si sta mettendo a disposizione della squadra, fisicamente è in un buon momento e lo dimostra il fatto che ieri sia stato il giocatore che a livello di sprints (ben 119) è stato il migliore della squadra. Per chilometri percorsi è sempre tra i primi tre della Juve, così come a livello di prestazione atletica. Questo garantisce sempre molto equilibrio".

Spesso l'ex giocatore del City è stato criticato per le sue prestazioni, ma che cosa può dare ancora di più a questa squadra?

"E' normale: qui gli elogi spettano ai giocatori più conosciuti come Cristiano o Dybala, mentre vengono criticati quelli meno conosciuti. Lo hanno fatto anche con Rabiot, che è un buon centrocampista. Danilo è un terzino diverso da Dani Alves e Cuadrado, ma è un giocatore di qualità che merita di giocare nella Juventus. Altrimenti non sarebbe stato acquistato dal Real Madrid o dal City, è un vincente Lui è molto differente da Cancelo, non crea quello squilibrio offensivo in quanto è solido tatticamente ed è estremamente duttile. Per questo, è molto utile a Sarri".

In ambito mercato si è parlato molto di Raul Jimenez, potrebbe essere l'attaccante giusto per sostituire l'eventuale partenza di Higuain?

"Potrebbe essere l'attaccante giusto, sta dimostrando di essere un ottimo attaccante al Wolverhampton. E sarebbe adatto anche giocare al fianco di Ronaldo. Nelle ultime partite, Sarri ha dimostrato di poter far coesistere Cristiano e Dybala, dubito che possa distruggere l'affiatamento che si è creato nei prossimi mesi. A mio parere questo spingerebbe la dirigenza bianconera a cercare un profilo che non sia il titolare assoluto, un bomber capace di entrare anche dalla panchina molto fisico in grado di fare bene. Il messicano sarebbe un grande investimento, ma con gli scambi tutto è possibile".

Si ringrazia Claudia Garcia per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.