ESCLUSIVA TJ - Buon Compleanno Paulo, parla mister Iachini: "Dybala ha fatto proprio un bel regalo alla Juventus"

15.11.2019 15:15 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA TJ - Buon Compleanno Paulo, parla mister Iachini: "Dybala ha fatto proprio un bel regalo alla Juventus"

Tutto il mondo bianconero oggi ha pensato almeno per un attimo a Paulo Dybala. Il neo ventiseienne, nel giro di pochi mesi, si è ripreso la Juventus e ha convinto gli scettici che lo criticavano e, ora, non può far altro che continuare su questa strada. La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, mister Beppe Iachini che è stato il suo tecnico al Palermo:

Oggi è il giorno di Paulo Dybala, che cosa possiamo dirgli?

"La sua carriera è in piena ascesa, sta acquisendo sempre più esperienza e spero possa godersi a pieno questo giorno. Gli faccio davvero tanti auguri di cuore. E' ancora molto giovane, è un grande professionista oltre che un bravissimo ragazzo. Sta facendo le fortune della Juventus".

Che tipo di regalo può fare il festeggiato?

"Deve continuare a fare quello che è capace di fare, è un attaccante in grado di regalare emozioni, gioia, successi. Ha bisogno di affetto, di sentirsi considerato ed è un po' molto sensibile. La fiducia dell'ambiente può metterlo nelle condizioni di farlo lavorare sempre meglio".

Lui, volendo, il regalo lo ha già fatto diversi mesi fa.

"Sì, ha fatto davvero un gran bel regalo. E' stata una fortuna per la Juventus, per loro è meglio che giochi qui piuttosto che in un'altra squadra (sorride ndr), La società, nel 2015, fece davvero bene ad acquistarlo e come dicevo sta facendo benissimo".

Infatti si è ripreso molto bene la Juve, dimostrando di trovarsi bene con il nuovo mister.

"Nella Juve ci sono sempre grandi attaccanti ed è normale avere grande concorrenza, è normale che può aver fatto qualche partita in meno. Ma il suo valore non deve essere in discussione, lui ha sempre mostrato la disponibilità di giocare in ogni ruolo. Più lo metti vicino alla porta, più è pericoloso".

Mister, che primo ricordo hai quando pensi a Paulo Dybala?

"Ho bellissimi ricordi perché insieme abbiamo condiviso due bellissime stagioni. Ancor oggi, mi ritengo soddisfatto perché l'ho aiutato ad esprimere le sue grandi qualità come prima punta. Sono stati due anni pieni di emozioni, a lui non dicevo di tirare in porta ma di calciare perché in Serie A si calcia in porta. E questo succedeva ogni fine allenamento, volevo avvisarlo che in questa categoria ci sono solo grandi campioni e lui, ora, è uno di questi".

Si ringrazia Beppe Iachini per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.