ESCLUSIVA TJ - Arturo Diaconale (Portavoce Lazio): "Juve favorita, la Lazio dovrà fare più attenzione. Immobile fa il CR7 ma di Ronaldo non mi fido"

05.12.2019 13:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
ESCLUSIVA TJ - Arturo Diaconale (Portavoce Lazio): "Juve favorita, la Lazio dovrà fare più attenzione. Immobile fa il CR7 ma di Ronaldo non mi fido"

La redazione di TuttoJuve.com, in vista di Lazio-Juventus, ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il portavoce e responsabile della comunicazione biancoceleste, Arturo Diaconale, per parlare del match e non solo:

Quale è l'opinione su Lazio-Juventus? Forse mai come quest'anno le due squadre arrivano a questa partita in due momenti differenti.

"La Juventus ha avuto un pareggio interno nell'ultima sfida, ma la sua classifica è comunque rispettabile. Questo non credo significhi che il periodo vissuto sia totalmente negativa, è ancora nella fase di adeguamento delle tattiche del suo allenatore. Le due squadre sono estremamente motivate, a mio avviso i bianconeri sono i favoriti e possiedono sempre i campioni per cambiare il match".

Rispetto all'ultima volta, i bianconeri hanno cambiato guida tecnica e alcuni calciatori. Come è il clima? Che attesa c'è per questa Juventus?

"C'è un clima di assoluto rispetto, non c'è nessuna tendenza di prendere sottogamba una Juventus che ha cambiato guida tecnica. Sia con Allegri che con Sarri, i bianconeri sono sempre capaci di uscire positivamente da un incontro dove sono in difficoltà. La Lazio ha il massimo rispetto del proprio avversario. Rispetto alla partita dello scorso anno, ci sarà sicuramente una maggiore attenzione".

Leggendo le parole dei tesserati, Correa è parso più prudente di Lulic che, invece, sostiene di "saper come battere la Juventus". Che cosa ne pensa?

"Per qualsiasi squadra, vincere contro la Juventus vale molto di più rispetto ai tre punti con altre squadre. La Lazio ha alle proprie spalle molti successi consecutivi, vive una fase assolutamente positiva ed è consapevole delle proprie capacità. Con la Juve bisogna sempre fare una partita straordinaria".

E Ciro Immobile, in termini realizzativi, sta facendo il Cristiano Ronaldo.

"Sì, i gol messi a referti dicono questo. Però di Cristiano Ronaldo non è che mi fido particolarmente (sorride ndr). E anche degli altri attaccanti, come non ricordare Paulo Dybala che ci ha sempre punito con marcature particolarmente imprevedibili".

Se c'è la possibilità di levare un campione nello scacchiere avversario, sul chi ricade la scelta?

"Tutti i giocatori della Juventus sono di altissima qualità, toglierne uno e vedere il suo sostituto dello stesso livello sarebbe un esercizio inutile. Non c'è bisogno di fare questo".

Che cosa ne pensa del campionato attuale? Sarà lotta fino alla fine tra le prime due della classe?

"Il campionato è solo nella sua fase iniziale, al momento sembra che la sfida sia solo tra Juve ed Inter. Per me potrebbero rientrare nella lotta scudetto, auguro al Napoli di Ancelotti di superare questa crisi e potrebbe rientrare. Così come il Cagliari e l'Atalanta, che stanno facendo dei percorsi davvero straordinari. Rispetto a quelli degli scorsi anni, questo è veramente molto imprevedibile e potrebbe succedere di tutto".

Si ringrazia Arturo Diaconale per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.