DELNERI A SKY: "NON SIAMO FORTUNATI IN ZONA GOL, DAL MERCATO NON MI ASPETTO NULLA"

Parla il tecnico bianconero nel dopo-partita di Genova.
23.01.2011 17:35 di Alessandro Vignati   Vedi letture
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
DELNERI A SKY: "NON SIAMO FORTUNATI IN ZONA GOL, DAL MERCATO NON MI ASPETTO NULLA"

Uno 0-0 che lascia tanto rammarico e rimpianti per le clamorose palle gol gettate al vento nel finale quello di Genova, un pari che al tecnico della Juve Gigi Delneri, intervistato dalla trasmissione Sky Calcio Show, non dispiace del tutto alla luce della prestazione della squadra, solida dietro ma poco incisiva davanti. Una gara con predominio bianconero secondo il mister juventino: "Abbiamo avuto la palla di Bonucci nel primo tempo, a parte l'occasione di Pazzini non abbiamo concesso nulla. E' un momento che ci gira male in zona gol, tante assenze però prendiamo il buono di questo 0-0 ovvero l'aver mantenuto la porta inviolata". Si passa poi all'inserimento nella ripresa di Del Piero, un subentro al posto di Krasic calcolato e studiato a quattr'occhi con il capitano: "Ho parlato con lui e ho preferito inserirlo quando la Samp sarebbe calata alla luce dei 120 minuti affrontati mercoledì". Ancora secco Amauri ma Delneri sembra orientato a dargli ancora fiducia, per amore e per forza vista l'emergenza offensiva e il poco che promette il mercato: "Dobbiamo dare fiducia ad Amauri, è l'unica punta che abbiamo, averne di più sarebbe meglio. Ha fatto il suo, lottato bene e si è proposto quando possibile. Arrivi dal mercato? Non ne parlo, guardo a ciò che ho in casa". Periodo no per Milos Krasic con tante scusanti e motivi per il serbo: "E' un momento di calo per lui, Krasic non si ferma da giugno e ora sta pagando lo sforzo, abbiamo comunque risorse per rimpiazzarlo nei momenti del bisogno come ora". Bene invece Pepe: "Simone è un tornante, ha lavorato bene ed è spesso andato sul fondo". Domenica tornerà in campionato il brasiliano Felipe Melo, una squalifica lunga e pesante secondo Delneri anche per l'economia e l'equlibrio della squadra: "Che manchi Felipe Melo è evidente, il problema è che per esempio a Napoli son mancati entrambi e abbiamo sofferto in certi casi. Per fortuna questa situazione della squalifica è finita". Si torna poi a parlare del mercato e sulle poche possibilità che offre: "Questo è un anno difficile, dobbiamo fare con ciò che abbiamo in campo ora e non è poco, avete visto oggi in poco cosa può fare Martinez. La società deve guardare sia il lato sportivo che economico". Discorso scudetto chiuso? Per Delneri non ancora: "Non abbiamo accantonato niente, quando la squadra gioca con lo spirito giusto nulla è precluso, qui ci hanno lasciato le penne squadre come la Roma e abbiamo fatto abbastanza bene secondo me. Noi proviamo sempre a vincere e a fine maggio vedremo dove saremo". Chiusura infine sull'errore a due dal termine di Del Piero che lascia ancora l'amaro in bocca al tecnico friulano: "E' rimbalzata male, se arrivava giusta Alex non sbagliava ma il finale mi lascia tanti rimpianti su come poteva andare con un pizzico di fortuna. Anche Martinez poco prima è andato vicinissimo al gol, è così e speriamo che da giovedì inizi a girarci".