DA ZERO A DIECI - ATTEGGIAMENTO DA ZERO, IL DIECI NON ESISTE

04.04.2021 16:00 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
DA ZERO A DIECI - ATTEGGIAMENTO DA ZERO, IL DIECI NON ESISTE
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Una nuova delusione, la Juventus che impatta con il Torino perde ancora punti ma soprattutto ne perde nei confronti di Napoli e Atalanta, avversarie champions che sembrano avere oggi, qualcosa in più, forse la convinzione, forse la struttura tecnica.

ZERO - all’atteggiamento. Non si può giocare un derby così. Nei derby si gioca di lotta e con il coltello tra i denti. Abbiamo visto pochi calciatori con questo atteggiamento. 

UNO - a chi sottolinea il rigore su Belotti, forse ci poteva stare ma ci stava pure sul gol del Torino la rimessa invertita e quindi? 

DUE -  come gli errori della Juventus sui due gol, errori imbarazzanti e non e’ la prima volta. Non è possibile regalare questo gol agli avversari anche perché non hai la forza di reagire. 

TRE - come gli esclusi, torneranno? Si spera. La panchina ieri era da formazione di bassa classifica, non da Juve. 

QUATTRO - a Szczesny. Sta peggiorando, purtroppo nelle ultime gare le responsabilità sono sempre o quasi sue. Che succede? Involuzione...

CINQUE - a Pirlo. Sbaglia molto se non tutto. L’errore più grande? Semplice, non tenersi una carta per la ripresa. Kulusevski in confusione e’ anche colpa sua.

SEI - al centrocampo. Ieri non malissimo, ma bisogna dire che il livello di una volta e’ lontano. Suicidio poi il comportamento di Arthur e McKennie e la loro esclusione. 

SETTE - a Ronaldo. Segna, magari si vede poco, comunque segna sempre ed e’ il più pericoloso. 

OTTO - Chiesa, essenzialmente fondamentale. Si inventa il vantaggio ed e’ uno dei pochi con la determinazione da derby.

NOVE - a Sanabria. Perfetto opportunista nello sfruttare gli errori e le uova di Pasqua di regalo della Juventus. 

DIECI - non esiste. Ogni volta si scende di un gradino, dal vinciamole tutte per mettere pressione all’Inter al vincerle tutte per andare in champions. Meglio stare zitti e vincere perché e’ l’unica cosa che conta.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve