CONTENTO ALLEGRI? NO, MA...

24.11.2021 09:00 di Massimo Pavan Twitter:    vedi letture
CONTENTO ALLEGRI? NO, MA...
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Massimilaino Allegri non è contento della prova dei suoi, anche se alla fine non la boccia in modo definitivo ed intero, partendo dalla considerazione del primo tempo.

In effetti la Juventus nella prima frazione non ha fatto malissimo, è stata punita da un episodio, ha sfiorato il gol, ma anche dato l'impressione di non essere alla pari degli inglesi.

Allegri comunque la promuove: "Abbiamo fatto un bel primo tempo, poi nel secondo tempo loro hanno continuato, dando un'ottima pressione. Noi il secondo e il terzo gol li abbiamo presi in maniera un po' leggera. Ma nel primo tempo credo che la squadra abbia fatto bene, abbiamo concesso un po' di angoli dove loro sono forti fisicamente. Abbiamo avuto qualche situazioni dove potevamo fare meglio. Dispiace aver preso 4 gol, ma l'obiettivo è stato raggiunto, ora dobbiamo pensare alla partita di sabato".

E' vero l'obiettivo è stato raggiunto, ma lo era anche prima della partita, prendere quattro gol cos' non è da Juventus e ci sarebbe da arrabbiarsi.

Tanti errori anche tecnici che conferma anche Allegri: "Ci sono stati dei momenti in cui abbiamo perso un po' troppi palloni, cercando di verticalizzare subito, senza pressione, invece bisognava tenere un pochino di più la palla. Questa è la cosa su cui dobbiamo lavorare, migliorare perchè spesso lo afacciamo. Quando giochi queste partite devi soprattutto rallentare perchè la forza dell'avversario è notevole".

DIFETTI CONOSCIUTI -  I difetti della Juventus restano conosciuti, ma bisogna lavorare per elminarli: "Non è che perchè abbiamo vinto sabato a Roma contro la Lazio eravamo diventati la squadra più forte d'Europa. Ci vuole equilibrio, ci vuole calma, sappiamo quali sono i nostri pregi, sappiamo quali sono i nostri difetti, bisogna lavorare sui nostri limiti, perchè ce li abbiamo, inutile nasconderlo, e quindi attraverso anche queste serate sicuramente miglioreremo".

Migliorare, quindi, obbligatorio, del resto la sfida con l'Atalanta vale tantissimo, forse di più di quella con gli inglesi.