BONUCCI: "Emre Can? La comunicazione è fondamentale. Il razzismo non c'è solo in Italia"

04.09.2019 17:59 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
BONUCCI: "Emre Can? La comunicazione è fondamentale. Il razzismo non c'è solo in Italia"

Il difensore della Juventus Leonardo Bonucci è intervenuto in conferenza stampa in vista della sfida tra l’Italia e l’Armenia, valida per le qualificazioni a Euro 2020. È stata l’occasione anche per commentare le dichiarazioni del suo compagno in bianconero Emre Can: “Non so bene cosa sia successo con Emre Can. La comunicazione credo sia fondamentale in questi casi: ora devo pensare all'Italia perché dobbiamo vincere queste due partite fondamentali. Chiellini? Ci mancheranno il suo carisma e la sua forza, ma nel gruppo abbiamo la forza e la mentalità per sopperire alla sua assenza. Io sarò Capitano ma sono un capitano diverso da Giorgio, spero di non fare danni”.

Su Lukaku e il razzismo: “È una situazione delicata, ci sono i mezzi per prendere i colpevoli e non farli entrare più negli stadi. Non è corretto generalizzare, non credo che questi episodi succedano solo in Italia, succede anche altrove in Europa. Puntare il dito è troppo, ma il razzismo è una piaga che va estirpata. Il comunicato della Curva dell'Inter? Non posso parlare perché non l'ho letto, direi una cosa che non so".

Sulla sfida contro l'Armenia: "L'Armenia è una squadra dura da affrontare, hanno ottenuto un risultato importante in Grecia e questo ha aumentato il loro entusiasmo. Sappiamo che tutti danno il massimo contro l'Italia, ma noi siamo venuti qui per ottenere punti. Mkhitaryan? La Roma ha fatto un ottimo acquisto. Sono sicuro che si adatterà e farà bene ai giallorossi".