ALLEGRI AMMETTE GLI ERRORI E PREPARA IL PIANO PER IL FUTURO

17.05.2022 09:00 di Massimo Pavan Twitter:    vedi letture
ALLEGRI AMMETTE GLI ERRORI E PREPARA IL PIANO PER IL FUTURO
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Massimiliano Allegri vede una Juventus che vive il presente e che si deve proporre anche per il futuro: "In questo momento parlare della prossima stagione ha poco senso. È stata una bellissima serata piena di emozioni dove si sono celebrati due giocatori straordinari. Chiellini che ha fatto una carriera mondiale, Paulo che continuerà da un'altra parte ed è cresciuto tantissimo qui. Ci sono state talmente tante emozioni che parlare di altro non ha senso".

Il futuro passa attraverso la partenza di Dybala: "È stata fatta una scelta. Ci sono sentimenti, emozioni e caratteri. Paulo ha reagito in maniera diversa da Giorgio, ma lui ha fatto tanto per la Juve come la Juve ha fatto tanto per lui. Paulo è un ragazzo sensibile ed è anche bello veder piangere una persona perché vuol dire che c'è sentimento. Poi magari Giorgio piangerà a casa e si è difeso ridendo. Oggi era difficile non piangere mi sono emozionato anch'io. Numericamente siamo tanti e prima di tutto bisogna restringere la rosa. Abbiamo visto ancora Miretti, che è giovane e ha qualità e porteremo avanti un progetto iniziato quest'anno con una buona base. Poi dipende da chi vuole rimanere".

Il gol preso nel finale e' il manifesto della stagione: "Non è mai piacevole, ma è l'emblema della stagione. Bisogna tornare velocemente a riabituarci a vincere, bisogna capire che in certi momenti la partita va portata a casa. In quel momento ci siamo fatti trascinare dall'entusiasmo Poi concedetemelo una volta direi che ci fosse fallo, ma l'arbitro ha diretto una bella partita. C'è una buona base, giocatori che miglioreranno e il prossimo anno faranno meglio. Dobbiamo riprendere la sicurezza che ci serve per vincere, poi col mercato miglioreremo la squadra ma per fare questo salto serve uno step in più a livello mentale

Serata emozionante, la serata di Chiellini e Dybala. Giorgio per come ha interpretato la carriera sia da insegnamento per i giocatori della Juventus. Bisogna tornare a vincere e farlo velocemente e bisogna prendere esempio da questi calciatori. Dybala continuerà, è ancora giovane: ha fatto 7 anni bellissimi, è arrivato da Palermo che era un bambino e ha fatto cose importanti. Le storie però iniziano e finiscono e gli auguro il meglio ovunque andrà".

Ancora una volta contano gli episodi ed una nuova decisione discutibile: "Devo dire che su Cuadrado era fallo, permettetemi di dirlo. Ma detto questo certi palloni devi portarli alla bandierina".

La Juventus nel futuro dovrà pensare a rimediare agli errori e trovare i giocatori giusti per tornare ad essere competitiva, la società ed Allegri hanno le idee chiare: "Le idee sono chiare, poi il mercato si può sviluppare in vari modi. Dobbiamo ripartire dalla base di quest’anno, molti miglioreranno come Vlahovic e Zakaria. Miretti ha giocato con personalità e in verticale, che a me fa impazzire. Morata ha fatto una buona partita, le buone basi ci sono. Le partite fino ad ottobre viaggiano a certi ritmi, da ottobre a marzo ad altri. Da piccolo dicevo che quando sbocciano le margherite i ritmi calano e ci vogliono giocatori di grande tecnica. I calciatori vanno scelti quando vanno veloci, poi per vincere devono essere veloci e di grande tecnica”.