LIVE TJ - PARLA PARATICI: "Sono tranquillo. De Micheli? Amici sin da ragazzi, siamo cresciuti insieme. Anche lei ha chiarito posizione. Chiedere informazioni non è reato"

05.12.2020 17:45 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
LIVE TJ - PARLA PARATICI: "Sono tranquillo. De Micheli? Amici sin da ragazzi, siamo cresciuti insieme. Anche lei ha chiarito posizione. Chiedere informazioni non è reato"
TuttoJuve.com

Fabio Paratici risponde alle domande dei colleghi di Sky. Ecco le sue parole:

Ieri è arrivata la notifica dell'avviso di garanzia. E' rimasto sorpreso? Se l'aspettava?
"Su questo argomento c'è un comunicato del club, emesso ieri, che chiarisce bene la posizione mia e del club, quindi non avrei altro da aggiungere. Sono molto tranquillo".

Vista che dall'inchiesta è emersa questa telefonata con il ministro De Micheli, può darci una spiegazione? Ritenete come Juventus di aver commesso qualche leggerezza o qualche comportamento poco opportuno?
"Sono amico di Paola De Michele si da quando eravamo ragazzi, siamo cresciuti insieme, siamo della stessa città, mi sembra noto,  mi sembra che anche lei abbia già chiarito questa posizione ieri, quindi non avrei niente da aggiungere anche qui".

Rifarebbe le stesse cose? Si comporterebbe allo stesso modo?
"Certamente sì, assolutamente sì".

Non ritieni che per prendere informazioni su un problema tecnico, come era quello di che cosa aveva bisogno Suarez per eventualmente venire ingaggiato, telefonare - per quanto il vostro sia un rapporto di amicizia - scomodare addirittura un ministro non sia stato inopportuno?
"Credo non sia inoopportuno parlare con una persona che si conosce da tantissimo tempo per chiedere un'informazione, questo non credo sia inopportuno. Anzi. E' meglio chiedere alle persone che conoscono meglio di te e fare domande non è assolutamente nessun tipo di reato".

Mi parli del rapporto tra l'idea di Andrea e l'efficacia. Quanto lui riesce ad attecchire sulle teste, sul cuore, sulla personalità dei ragazzi. A che punto siete?
"Guarda, non siamo a due mesi fa, quando abbiamo cominciato, siamo un po' più avanti. Abbiamo sicuramente molti margini perchè Andrea ha appena cominciato e come abbiamo detto tante volte non abbiamo avuto tempo durante il precampionato per poter sviluppare certe idee, certi sistemi di gioco, certe posizioni, far conoscere meglio i giocatori, quindi siamo in un percorso. Vediamo miglioramenti in ogni partita che giochiamo, secondo me siamo migliorati molto nelle posizioni, tecnicamente, giochiamo molto meglio e abbiamo molti margini di miglioramento. Questo ci fa ben sperare ed era l'obiettivo che avevamo a inizio anno. Sapevamo che ci sarebbe stato un percorso da fare e come ho già detto nel pre-gara di Champions, nel percorso ci sono le salite e le discese. Scorciatoie non se ne possono prendere".