Napoletani accusateci pure, la poltrona è per una sola Signora

29.08.2012 17:20 di Martina Gaudino  articolo letto 15338 volte
Napoletani accusateci pure, la poltrona è per una sola Signora

Basta, adesso non se ne può più. Vivere in un sistema calcio dove si viene costantemente accusati non è possibile. La vecchia Signora è una che vince e se questo rappresenta un problema per i napoletani o per gli interisti poco importa.

La Juve rinata con Antonio Conte è la formazione che ogni tifoso vorrebbe. Lo abbiamo visto sabato. Anche con Carrera si vince. Se la squadra da qualche punto di vista ci preoccupa (e qui vi invito a leggere IL PUNTO di Alvise Cagnazzo) la nostra è una che tiene testa.

Sarà pure normale favorire la propria squadra e gufare le altre ma quando ci si avvicina a cadute di stile, ci si rende subito conto che non si parla più di tifo. Prima di tutto perché il vero tifoso deve essere uno sportivo e deve guardare le cose con obiettività. Il fuorigioco non c’era, il rigore non c’era, la palla non è entrata, il calcio di punizione non ci stava e potrei continuare per ore.

L’astio che scorre tra napoletani e juventini sta raggiungendo livelli preoccupanti. Durante la partita contro il Parma qualche hacker partenopeo ha pensato bene di rubare la pagina facebook di Barzagli. Un susseguirsi di insulti: uomini chiamati ladri e ragazze appellate come donne di facile costumi. Che sport è questo?

Va bene la competizione ma lo sport è tutt’altro. Ce lo insegnano da bambini, prima si fa la “guerra” ma finita la battaglia ci si stringe la mano. Rifletteteci.

Twitter @blondekom