QUI TORINO - Conti: "Giampaolo sta meglio, ma domani ci sarò ancora io. Derby? Nel mirino abbiamo la Sampdoria..."

29.11.2020 21:00 di Andrea Bargione Twitter:    Vedi letture
QUI TORINO - Conti: "Giampaolo sta meglio, ma domani ci sarò ancora io. Derby? Nel mirino abbiamo la Sampdoria..."
TuttoJuve.com
© foto di Image Sport

Francesco Conti, Ivice-allenatore del Torino, spiega le condizioni di salute di Marco Giampaolo ai microfoni di Torino Channel: "Le condizioni del mister sono buone, non è con noi ma mentalmente ci è vicino. A stretto giro tornerà, nessun problema, ma domani ci sarò ancora io"

Contro la Sampdoria sarà uno spartiacque?
“Domani è importante come tutte le partite. Vogliamo ottenere il massimo risultato attraverso una prestazione che dia continuità alle ultime. Il risultato sarà figlio della prestazione”.

3-5-2 o 4-3-1-2, potete cambiare pelle anche a gara in corso.
“La squadra può gestire entrambi i sistemi di gioco, il 3-5-2 è un’opzione che ci riserviamo per sfruttare al meglio le caratteristiche in base alle partite. E’ una risorsa”.

Cosa aggiungono Ansaldi e Rodriguez?
“Sono calciatori per i quali parla il curriculum: pur non giocando spesso, sono di assoluta affidabilità e lo hanno dimostrato. Sono punti di forza di questa squadra”. Izzo nella difesa a tre? Lo stiamo ritrovando, sta cercando la forma migliore dopo un lungo periodo di inattività. In coppa Italia ha dimostrato che è uscito dall’infortunio e si candida per un posto. Abbiamo bisogno di giocatori come lui”.

Davanti giocheranno Belotti e Zaza?
“L’amicizia è un dono che fortifica il rapporto di campo: hanno già giocato insieme, non vedo problemi, anche se abbiamo attaccanti di valore. In funzione della gara troveremo la coppia migliore Millico? Sta bene, è appena rientrato e lavora seriamente. La batteria di attaccante ha pedine di valore: lui sta sgomitando, se continua così troverà spazio”

Cosa rappresenta per lei e il suo staff la Sampdoria?
“Diffido da chi non ha emozioni, mi fanno paura. L’emozione fa parte del gioco, abbiamo vissuto tre anni con buoni risultati e instaurando rapporti che vanno al di là del calcio. Ci sarà emozione, ma finirà al fischio d’inizio”.

Avete tanti ex doriani: avranno ancora più stimoli?
“Non ci sono vantaggi, i nostri tre calciatori conoscono loro come i blucerchiati conoscono noi. Non ci saranno vantaggi. Derby? Nel mirino abbiamo la gara di domani, esclusivamente la Sampdoria".