LA LANTERNA VERDE - Dembélé? Non scherziamo… Zaniolo? Parliamone…

04.06.2020 08:37 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    Vedi letture
LA LANTERNA VERDE - Dembélé? Non scherziamo… Zaniolo? Parliamone…

I cari amici spagnoli ci stanno provando: Ousmane Dembélé, dipinto, un paio d’anni fa, come il nuovo Messia, “dirottato” alla Juventus. Il tutto facendo passare l’affare come un “grande colpo di Paratici”. In effetti, l’affare lo farebbe il Barça. Pur di vestire l’esterno d’attacco francese, il club catalano è pronto a “regalare” il giocatore. In che senso? Semplice, nessun investimento cash da parte dei bianconeri. L’accordo si farebbe sulla base di un prestito secco. La domanda sorge spontanea: come mai il Barça è così ben disposto a lasciar partire Dembélé? Su Arthur, elemento gradito a Paratici, i blaugrana hanno fatto muro mentre sul francese sono disposti anche a darlo via per un tozzo di pane… Non pare strano? In effetti un motivo c’è… Come mi ha detto, più volte, un mio caro amico giornalista di Barcellona, il 23enne Dembélé ha un grosso problema: è “malato” di videogame. Più volte, è stato ripreso dallo staff tecnico del Barcellona per essersi presentato agli allenamenti non in grandi condizioni, a causa proprio delle “nottate passate a giocare ai videogame”. Un fatto risaputo che sta condizionando la carriera di un prospetto di enorme potenzialità. Meglio ricordare che, a livello tecnico, il ragazzo ha dimostrato di saperci fare ma poi c’è tutto il resto da valutare… Perché mai la Juventus dovrebbe mettersi in casa un elemento simile? Certo, non spenderebbe nulla (a parte lo stipendio del giocatore) ma non avrebbe neppure la garanzia assoluta di poterlo rianimare… Ecco, diverso il discorso nel caso in cui l’eventuale approdo di Dembélé alla Vecchia Signora “aprirebbe” anche all’arrivo di Arthur… In questo caso, il rischio potrebbe anche avere un senso logico…
Un fatto è acclarato: la Juventus sta pensando ad un esterno d’attacco. Cuadrado non è più giovanissimo (32 anni) e Bernardeschi non pare rientrare più nei panni di Sarri. Una cessione dell’ex viola è più che probabile. C’è chi pensa addirittura ad uno scambio (con conguaglio da parte dei bianconeri) con la Roma per avere Zaniolo. Un’operazione decisamente intrigante. Zaniolo è già un giocatore di altissimo livello e ha ancora grandi margini di miglioramento. E’ italiano e molto ambizioso. Il problema resta quello di convincere la Roma a venderlo proprio alla Juventus… Non proprio una passeggiata di salute… Ritengo che Zaniolo sarebbe un valore aggiunto per Sarri che potrebbe sfruttarlo in più ruoli. Ha anche un buon feeling con il gol e questo aiuterebbe a rendere l’attacco bianconero ancor più pericoloso e meno dipendente dall’asse CR7-Dybala…
Chiusura dedicata a Juventus-Milan, la prima (probabile) gara post Covid-19 della squadra di Sarri. Per un finale di stagione da applausi, sarebbe davvero importante cominciare con il piede giusto. Alzare la Coppa Italia porterebbe ancor più entusiasmo nel gruppo e regalerebbe a Sarri il suo primo trofeo alla guida della Vecchia Signora. E, ve lo assicuro, per Sarri conta moltissimo poter mostrare il primo titolo da allenatore bianconeri ai suoi detrattori, soprattutto a coloro che continuano a sbandierare i tanti trofei accumulati dal suo predecessore… E, come ha detto Douglas Costa, sarebbe bellissimo vincerla non “giocando a caz.. di cane”…