KEAN AUTOGOL ITALIA, MA...

24.06.2019 13:05 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
KEAN AUTOGOL ITALIA, MA...

Sicuramente uno dei temi che fanno più discutere è quello legato a Moise Kean ed al suo comportamento che non gli ha permesso di giocare l’importante partita contro il Belgio, andando a penalizzare l’Italia che doveva segnare il più possibile per poter poi porsi in posizione privilegiata rispetto alla Spagna.

Un ritardo alla riunione tecnica che ha comportato un’esclusione, lasciandolo in panchina e sicuramente è stata una decisione in un certo senso comprensibile e per Di Biagio e’ stato un vero e proprio autogol perché ha finito per penalizzare in maniera pesante la squadra che poi ha vinto ma forse avrebbe avuto bisogno di un’ulteriore spinta offensiva di uno dei migliori giocatori.

Sicuramente dall’inizio era giusto escluderlo, però nel secondo tempo andava inserito, senza andare a penalizzare troppo la squadra che aveva bisogno del suo migliore attaccante, un giocatore così giovane ma anche importante che ha perso un'occasione di essere protagonista in una competizione che per lui poteva essere fondamentale.  

Alla Juventus quest’anno ho tenuto un comportamento ineccepibile e bisogna capire perché si permette in nazionale di fare così e questo sarà uno dei temi da approfondire.

Lo stesso calciatore è  un patrimonio dell’Italia e della Juventus, quindi da tutelare, la Juventus ha permesso ai propri giocatori di crescere e venir fuori nel miglior modo possibile, quest’anno è cresciuto bene ed il progetto continua. In nazionale si è permesso cose che a Torino non fa, la domanda ce la facciamo, perché?

Il suo progetto di grande crescita e continuità continuerò, capirà da questo errore, ma forse a volte bisogna saper perdonare. La prossi,a stagione sarà fondamentale Sarri dovrà spiegargli bene che certi errori sono nocivi e rischiano di rallentare la sua crescita. 

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve