Undici metri - Si accende il mercato Juve: in arrivo rinforzi in tutti i reparti. Dybala pronto a caricarsi la squadra sulle spalle

04.08.2021 01:20 di Brian Liotti   vedi letture
Undici metri  -  Si accende il mercato Juve: in arrivo rinforzi in tutti i reparti. Dybala pronto a caricarsi la squadra sulle spalle

L’attesissima conferenza stampa di Allegri della settimana scorsa, ci ha regalato molti spunti di riflessione. Tra le parole dette e non dette si sono capite e intuite molte cose.

In primis mi pare evidente che Max sia tornato da trionfatore e con pieni poteri e questo è già un dato importante. Poi Dybala (a cui Allegri ha dato una sorta di investitura ufficiale) sarà il giocatore chiave e centrale del progetto bianconero. In effetti la Joya a 28 anni (li compirà a Novembre) ormai è maturo per prendersi la squadra sulle spalle. Probabile che Allegri lo possa schierare anche come “falso nueve” o dietro la punta. Di certo il gioco d’attacco dipenderà molto dal suo estro e dalle sue giocate.

Cr7 che è ancora oggi grande campione, verrà gestito diversamente rispetto al passato e chiaramente non potrà giocare tutte le partite. Poi la battuta sui tiratori delle punizioni ha fatto intendere che potrebbe arrivare ancora qualcuno (Pjanic?).

In conferenza stampa ho visto un Allegri in grande forma, carico e voglioso di ripartire e riprendere il discorso interrotto 2 anni fa. Bisogna però sistemare qualcosina nella rosa.

Le lacune che si sono manifestate lo scorso anno vanno colmate.  Credo che il mercato della Juve stia per accendersi. Salutato Pjaca in prestito al Torino, la Juve sta cercando di definire la trattativa Locatelli con il Sassuolo ma le parti sono ancora distanti. Non dovrebbero preoccupare gli inserimenti di altre squadre e le voci inglesi (si parla di un interessamento forte del Liverpool). Questo per il semplice fatto che il giocatore ha scelto con forza la Juve e non vede altre destinazioni possibili. Ma non bisogna tirare troppo la corda e indugiare, nel mercato le brutte sorprese sono sempre dietro l’angolo.
Certo bisogna far presto e far quadrare tutto. Non prendere Locatelli che la Juve insegue praticamente da più di un anno e mezzo, sarebbe clamoroso e paradossale.

Mi pare chiaro che l’idea di Allegri sia quella di avere anche un regista e il ritorno di Pjanic è più di un’idea. Anche qui per far tornare Miralem occorre che qualcuno saluti la compagnia (Ramsey il principale indiziato). Se dovessero essere portate a termine queste due operazioni, direi che il centrocampo della Juve assumerebbe una dimensione e un peso davvero notevoli. Un ipotetico centrocampo a 3 con Locatelli-Pjanic-Rabiot sarebbe tanta roba. Senza dimenticare poi Bentancur, McKennie e Arthur (quando tornerà e sempre se resterà).

Dietro poi ci sono da monitorare le situazioni di Rugani (pare richiesto da Sarri alla Lazio) e soprattutto di Demiral, ormai ad un passo dall'Atalanta. Se dovessero partire Rugani e/o Demiral attenzione alla pista Romagnoli che piace ad Allegri e potrebbe entrare in uno scambio con Bernardeschi. Non dimentichiamoci che entrambi hanno il contratto in scadenza nel 2022 e hanno lo stesso procuratore: Mino Raiola. Quindi attenzione a questo possibile scenario.

Alla Juve serviva una quarta punta e negli ultimi giorni è stata chiusa la trattativa per prendere subito la giovane promessa brasiliana Kaio Jorge. Potrebbe essere un ottimo investimento. Molti lo paragonano per tecnica e classe a Firmino, vedremo.

 Tutto questo per dire che mentre i nazionali della Juve alla spicciolata sono arrivati un po’ alla volta in ritiro, il mercato potrebbe portare interessanti novità già nei prossimi giorni. Che questo fosse un mercato complicato lo si sapeva bene.

Non ci sono tanti soldi da spendere, si dovrà usare l’ingegno. Il grosso investimento la Juve lo ha comunque fatto in panchina, richiamando Max Allegri, il vero fuoriclasse i bianconeri lo hanno messo al timone della squadra, sperando che anche questo possa servire a rirendersi lo scudetto. Il primo vero obiettivo di tutti. La Champions è un desiderio, un sogno, è il Campionato il reale obiettivo di una squadra che ha voglia di conferme e che desidera tornare sul tetto d’Italia. Non sarà facile, la concorrenza è forte. Per questo prevedo un torneo avvincente e bellissimo.