Juve-Udinese 4-1, le pagelle. Kean strega l'Allianz Stadium, Spinazzola domina la sua fascia. Esordio per Nicolussi Caviglia

08.03.2019 22:23 di Edoardo Siddi Twitter:    Vedi letture
Fonte: inviato all'Allianz Stadium
© foto di www.imagephotoagency.it
Juve-Udinese 4-1, le pagelle. Kean strega l'Allianz Stadium, Spinazzola domina la sua fascia. Esordio per Nicolussi Caviglia

Szczesny 6: mai coinvolto, non può nulla sul gol di Lasagna.

Caceres 6: non lascia possibilità di replica agli attaccanti avversari. Quando la palla arriva dalle sue parti la respinge sempre con anticipi secchi, che spengono le speranze friulane. Si distrae su Lasagna a giochi chiusi.

Barzagli 6: il suo rientro era uno dei temi di questa partita, ma evidentemente il cavallo vecchio, usando la metafora Allegriana, non ne ha più per portare a termine la corsa. Ci uniamo tutti all'applauso dell'Allianz Stadium (25' Bonucci 6: doveva riposare, ma di certo non si sarà stancato particolarmente scendendo in campo. Poco impegnato)

Rugani 6.5: mai messo in difficoltà vive la serata più tranquilla possibile. 

Spinazzola 7: ogni volta che punta l'avversario costringe lo stadio ad applaudire o spalancare la bocca per la sorpresa. Prende possesso della fascia destra e la trasferma nel palco del suo personale show. Fa capire di voler essere da Juve a tutti i costi e che la qualità non gli manca di certo.

Emre Can 7: sta benissimo e lo fa vedere subito con due colpi di tacco a stretto giro di posta che mostrano il suo stato di forma. Domina il centrocampo, non sbaglia praticamente nulla e trasforma il rigore del 3-0 per il suo quarto centro stagionale. 

Bentancur 7: l'unico del reparto a non andare in gol, ma provate a trovare un solo errore nella sua gara. Preciso, cattivo, puntuale. Perfetto po il suo lancio per Kean in occasione del rigore, così come il traversone pennellato per il poker di Matuidi.

Matuidi 7: qualche imprecisione palla al piede, ma davanti a un Udinese inerme fa un po' quel che vuole. Si toglie anche la soddisfazione di un gran gol di testa (72' Dybala sv)

Alex Sandro 7: la resistenza oppostagli è così trascurabile che inizialmente quasi resta sorpreso. Poi non perdona, sforna l'assist per il primo gol di Kean e dissemina belle giocate per tutta la gara.

Bernardeschi 6.5: non partecipa alla festa del gol, ma svaria per tutto il campo dando una mano dove serve e facendo tanto lavoro sporco quando necessario.

Kean 8: un predestinato. Lo ha fatto capire da tempo e continua a sottolinearlo. Doppietta e rigore procurato, una serie di giocate che incantano il pubblico bianconero e la sensazione di poter fare ancora di più. Un exploit clamoroso che può essere solo l'inizio. Il tutto, giusto sottolinearlo, con sacrificio e professionalità (Nicolussi Caviglia 6.5: gioca pochi minuti a partita quasi conclusa, ma fa vedere le qualità, ci mette intelligenza e soprattutto professionalità).

All. Allegri 7: formazione sperimentale, ma che sembra assai rodata. La Juve divora l'Udinese, con i nuovi che incantano. Kean è da stropicciarsi gli occhi, Spinazzola inanella grandi giocate. L'unico neo il gol subito, che l'avrà fatto arrabbiare, e il forfait di Barzagli. C'è spazio anche per l'esordio di Nicolussi Caviglia, pagina aggiunta a una bella serata.

L'AVVERSARIO

Udinese (3-5-2): Musso 5; De Maio 5, Ekong 5, Nuytinck 5 (26' Opoku 4.5); Ter Avest 5, Stryger 5 (63' Sandro), Wilmot 4.5 (46' Lasagna 6), Fofana 5.5, Zeegelaar 5.5; Pussetto 5, De Paul 5.5. All. Nicola 5