Juve-Milan 1-0, le pagelle. Joya infinita: stratosferico Dybala. Male Ronaldo, muro Szczesny

10.11.2019 22:45 di Edoardo Siddi Twitter:    Vedi letture
Fonte: inviato all'Allianz Stadium
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Juve-Milan 1-0, le pagelle. Joya infinita: stratosferico Dybala. Male Ronaldo, muro Szczesny

Szczesny 7: esce bene quando serve, ma oggi non è giornata da ordinaria amministrazione. Servono gli straordinari e lui esegue senza battere ciglio. Strepitoso su Paquetà, attento su Piatek, Theo e Calhanoglu.

Cuadrado 6.5: quando un giocatore della Juve guarda a destra, lo trova sempre. Sia in fase offensiva che per dare una mano a difendere.

Bonucci 6.5: si perde Piatek in un'occasione, ma resta l'unico errore in una partita attenta, da guerriero e infarcita di ottimi anticipi.

De Ligt 7: non sbaglia niente. Un muro insuperabile per il Milan, che ci sbatte contro ogni volt che prova ad avvicinarsi all'area di rigore bianconera.

Alex Sandro 6: Conti qualche volta gli scappa via e non approfitta pienamente di qualche spazio che gli si apre davanti. Limite comunque sbavature e danni.

Bentancur 6: perde qualche pallone, ma svolge un grandissimo lavoro. Di sacrificio, di raccordo e anche di qualità.

Pjanic 5.5: a Mosca  era parso appannato, i giorni trascorsi non sembrano aver fatto tornare la solita luce. Si prende responsabilità, ma è molto meno preciso del solito e senza le sue geometrie la manovra appare confusa.

Matuidi 5: confusionario, perde qualche pallone di troppo e qualche volta finisce per far ingolfare la manovra. A conti fatti ha anche due delle migliori occasioni della partita. In una resta la sensazione che potesse fare qualcosa di più (70' Rabiot 6: non entra bene, sbaglia due tre palloni pericolosi, ma compie un salvataggio sotto porta che riabilita la sua prova)

Bernardeschi 5: la replica del film visto nelle ultime uscite. Quando sembra avere il guizzo giusto si perde poi subito dopo (61' Douglas Costa 6.5: semina il panico, porta scompiglio e diventa riferimento nel finale. Effetto Douglas)

Higuain 6.5: partita di enorme sacrificio e ormai è un'abitudine. Tra i più attivi e pericolosi nel primo tempo giocato ad andamento lento. Il suo apporto non si spegne mai.

Ronaldo 5: invisibile per larghi tratti, quando compare appare in evidente difficoltà. Senza mordente, sempre impreciso, conferma il suo momento no (55' Dybala 7.5: la giocata del fuoriclasse per decidere una partita difficile e non bella. Entra con lo spirito giusto, si veste da Douglas nel seminare avversari come birilli e poi, con il piede teoricamente debole, regala i tre punti. Da campione)

All. Sarri 6: no, la Juve non è bella e sì, soffre più del dovuto. Coraggiosa la scelta di togliere CR7, con i cambi che sistemano un po' la squadra. Vince e resta imbattuto e in testa.

L'AVVERSARIO

Milan (4-3-3): Donnarumma 6.5; Conti 6.5, Duarte 6, Romagnoli 6.5, Theo Hernandez 6; Paquetà 6.5 (85' Rebic sv), Bennacer 6, Krunic 6 (61' Bonaventura 5.5); Suso 5.5, Piatek 5 (66' Leao 5.5), Calhanoglu 6. All. Pioli 6