ESCLUSIVA TJ - Zoran Ban: "Juve inguardabile, si salva solo il risultato. Sta vivendo piccola crisi di gioco, serviva la quarta punta. Ronaldo? Rigore più no che sì"

18.02.2021 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Zoran Ban: "Juve inguardabile, si salva solo il risultato. Sta vivendo piccola crisi di gioco, serviva la quarta punta. Ronaldo? Rigore più no che sì"
TuttoJuve.com
© foto di Image Sport

"Ho visto una brutta Signora ieri sera, i giocatori della Juve avevano probabilmente la testa altrove. Non sono mai scesi in campo. Si sono ripresi un po' dopo il gol, Morata addirittura la poteva pareggiare ma alla fine è stato giusto il ko. Nel complesso sono stati inguardabili". E' la dura opinione dell'ex calciatore bianconero Zoran Ban, che in esclusiva ai microfoni di TuttoJuve.com ha analizzato l'inaspettata sconfitta del "Do Dragao":

A tuo giudizio, il Porto è stato davvero così forte? La prestazione dei portoghesi è stata così roboante da annichilire i bianconeri?

"Assolutamente no, il Porto è una buona squadra ma non è quello tosto e compatto di tanti anni fa. Quella di Conceição è una squadra normalissima, sicuramente più debole del Napoli affrontato la settimana scorsa. L'unica cosa da salvare è il risultato, perché la Juve ha i mezzi per poter fare un altro tipo di partita al ritorno e passare il turno. Però così non va".

Che cosa non ti convince di questa squadra?

"Non mi convince la mancanza di gioco e di idee, eppure i giocatori ci sono. Sono stati fatti molti passi indietro rispetto a Barcellona, da allora è stata fatta qualche buona partita e nulla di più. La Juve deve superare questa piccola crisi".

Se ieri l'avversario si fosse chiamato Bayern e non Porto, l'atteggiamento della Juve sarebbe cambiato?

"E' una bella domanda questa, rispondo di sì perché da calciatore avvertivo implicitamente il peso dell'avversario. I giocatori della Juve avrebbero avuto una carica differente, dal punto di vista mentale sarebbe stata preparata diversamente. Le big hanno sempre un certo peso, senza nulla togliere al Porto che rimane una buona squadra. Forse c'è stata la sensazione di poterla vincere più facilmente".

Più colpe della squadra o di Pirlo?

"Più che dare la colpa a qualcuno, mi soffermerei sul momento negativo che sta vivendo la squadra. A Napoli la squadra ha giocato male, non è mai stata realmente pericolosa. Pirlo sta facendo bene il suo lavoro, ma a volte ci sono dei fattori che sfuggono anche a lui. Mi riferisco, in particolare, all'assenza di Cuadrado che in questo momento è devastante. E' l'unico in grado di creare spazi e saltare l'uomo, ad Oporto nessuno ha fatto questo".

Qui si apre un argomento forse più grande: la mancanza di sostituti all'altezza dei titolari.

"Sì, ma allora aggiungiamo anche questo al discorso: la mancanza di una prima punta di peso. La Juve ieri aveva bisogno di centimetri in area, un giocatore delle caratteristiche di Mandzukic per capirci meglio. Nel momento in cui è entrato Morata, seppur non in forma, i bianconeri sono stati un po' più pericolosi. E non si può lasciar sempre da solo il tuo killer che si chiama Ronaldo".

Quindi la Juve ha sbagliato a non prendere un attaccante del genere a gennaio?

"Chiaramente non discuto il lavoro eccelso che svolge ogni anno la società, ma a mio giudizio l'attaccante con quelle caratteristiche andava preso. La Juve è la Juve e deve ambire sempre ai migliori, in questo momento in Europa ci sono giocatori come Haaland, Lukaku ed Icardi. Ieri uno così avrebbe fatto sicuramente la differenza".

Era calcio di rigore quello su Ronaldo in chiusura di match?

"Più no che sì, è chiaro che da tifoso juventino lo avrei voluto. A mio parere non era nettissimo, quindi non è uno scandalo non averlo concesso".

Si ringrazia Zoran Ban per la cortesia e la disponibilità dimostrata in questa intervista.