ESCLUSIVA TJ - Yesica Menin (San Marino): "Per il Titano un onore ospitare la Juve, a volte il sudore batte il talento. Ippolito? Spero possa dare soddisfazioni all'Argentina. E su Girelli..."

26.02.2021 15:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Yesica Menin (San Marino): "Per il Titano un onore ospitare la Juve, a volte il sudore batte il talento. Ippolito? Spero possa dare soddisfazioni all'Argentina. E su Girelli..."
TuttoJuve.com

La Juventus imbattibile sul suolo italico si riaffaccia in campionato, l'avversario di giornata sarà il San Marino che pur essendo reduce da tre sconfitte di fila vorrà rendere la vita difficile alle campionesse in carica. La nostra redazione ha contattato, in esclusiva, il capitano Yesica Menin per parlare approfonditamente del match e non solo:

Come è cambiato il San Marino rispetto alla gara di andata? 

"Ad inizio campionato abbiamo pagato il fatto di essere una neopromossa, nelle prime gare abbiamo subito effettivamente tanto. Ma quelle partite ci hanno anche insegnato molto e col passare del tempo il nostro atteggiamento è mutato, abbiamo acquisito consapevolezza nei nostri mezzi e abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutte. Le prestazioni sono state ottime, con le big abbiamo subito ma anche contrattaccato. Ora, però, bisognerà iniziare a raccogliere i frutti del lavoro fatto in questi mesi".

La Juventus è una autentica schiacciasassi, in campionato non ha ancora conosciuto pareggi o sconfitte. Come si ferma una squadra così? 

"Fermare la Juventus sarà molto difficile, l’organico che possiede è fenomenale. Inoltre la squadra non molla mai, i tanti ricambi a disposizione permettono di risolvere i match più complicati. Dovremo fare una prestazione perfetta, di grande attenzione in tutti i reparti, anche perché non abbiamo niente da perdere ma solo da guadagnare: questo deve darci tranquillità e permetterci di giocare spensierate, senza timori e soprattutto senza blocchi. Niente è impossibile, a volte la fatica batte il talento".

In che modo proverete a giocare contro di loro? Ripartenze veloci oppure a viso aperto? 

"Faremo una partita molto simile a quella dell’andata, cercando di subire il meno possibile ed evitando di lasciare spazi alle nostre avversarie. Poi, quando ci sarà occasione, proveremo a ripartire. Le armi per farlo le abbiamo. In queste settimane abbiamo lavorato tanto per preparare al meglio questa partita, quindi sono convinta che faremo una grande prestazione".

Il tuo unico gol realizzato ha consentito a San Marino di vincere il primo match della propria storia in Serie A. Sogni un'altra marcatura del genere, magari contro la Juventus? 

"Penso sia il sogno di tutti gli attaccanti fare gol alle grandi squadre. Poi, se la squadra è la Juve, questo vale ancora di più. Ospitare lo squadrone bianconero è un evento storico per San Marino, questo ci dovrà dare ancor più carica. Personalmente cercherò di dare il massimo per la squadra, aiutando le compagne in ogni situazione di gioco. Poi, se verrà il gol, sarà una grandissima soddisfazione per tutto il lavoro che ho fatto in questi anni".

Che cosa pensi della tua connazionale Dalila Ippólito? È ancora molto giovane, per te potrebbe diventare una grande calciatrice? 

"L’ho vista giocare poco, però mi hanno parlato molto bene di lei. Se è stata acquistata dalla Juve, sicuramente possiede un talento che meritava di essere notato. Fino ad ora non ha trovato molto spazio, ma è ancora giovane. C'è tanta concorrenza e, probabilmente, arriverà il suo momento. Da sammarinese d’Argentina, spero tanto che in futuro Dalila possa dare soddisfazione all'albiceleste che è ovviamente nel mio cuore così come tutto il popolo argentino".

Se potessi togliere una avversaria, su chi ricadrebbe la scelta? 

"Senza riflettere più di tanto, rispondo Girelli: in questi anni ha messo in mostra tutte le proprie qualità, meritandosi di essere considerata una delle migliori in assoluto nel suo ruolo. Ammiro tantissimo il suo cinismo sotto porta: se le capita la palla giusta, non ti perdona mai".

Si ringraziano Yesica Menin e gli addetti stampa del San Marino Academy, Luca Pelliccioni e Alberto Menghi, per la cortesia e la disponibilità dimostrata durante questa intervista.