ESCLUSIVA TJ - Stanislav Cherchesov: "La Juve di Allegri sta tornando pericolosa e cinica, ma il gioco dello Zenit è intrigante. Golovin? Non è detto che un giorno torni ad esser seguito..." "

20.10.2021 11:00 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Stanislav Cherchesov: "La Juve di Allegri sta tornando pericolosa e cinica, ma il gioco dello Zenit è intrigante. Golovin? Non è detto che un giorno torni ad esser seguito..." "
TuttoJuve.com
© foto di Imago/Image Sport

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato, in esclusiva, l'ex ct della Russia in carica fino all'ultimo Europeo vinto dall'Italia, Stanislav Salamovič Cherchesov, per parlare approfonditamente dell'incontro di questa sera e non solo:

La Juve è favorita contro lo Zenit? Che partita si aspetta questa sera?

"Con Allegri in panchina, la Juve sta tornando di nuovo molto competitiva. Non voglio dare percentuali, ma in generale la Serie A è superiore alla Russian League. Quindi è ovvio che la Juventus, insieme al Chelsea, è quella più indicata al passaggio del turno. Anche se lo Zenit è cresciuto, a parte le due ultime partite ha fatto bene quest'anno".

Quali sono i pericoli che la squadra di Semak potrà creare alla Juventus? Ci può presentare la squadra russa?

"Nella rosa dello Zenit ci sono quattro giocatori brasiliani, è arrivato anche Claudinho. Un blocco cosi folto è una novita' per lo Zenit, il gioco creato è spesso intrigante e forse più creativo di prima. Con loro ci sono più alternative rispetto alla squadra del passato molto incentrata su Dzyuba. Poi c'è Barrios che è fondamentale. E' molto duttile. Il già citato Dzyuba può fare male, e poi Azmoun è nel mirino di alcuni club importanti europei. In più ci sono molti elementi della nazionale, è una buona squadra".

La Juve è più temibile senza CR7? Che cosa ne pensa della squadra italiana?

"Oramai è inutile, credo, parlare di CR7. Ogni allenatore pensa a quello che ha, non a quello che c'era prima di lui. Allegri è troppo concreto e concentrato sul presente e sul futuro. E' molto bravo".

A proposito di Allegri, quale è il pensiero su di lui? Pensa che il suo ritorno possa coincidere nuovamente con il ciclo vincente degli anni scorsi?

"Ho gia' speso tante parole su Allegri. Con lui la Juve sta tornando molto pericolosa e cinica".

Avrebbe visto bene Golovin alla Juventus?

"Il Golovin in versione 2018 piaceva a tutti, non a caso parlavano anche della Juve. Difficile dire quel che avrebbe potuto combinare, io sono concreto e preciso. Non mi piace ragionare con i "se". Sicuramente la Juve faceva bene a seguirlo all'epoca, chissa' se un giorno non torni a farlo di nuovo".

È stato ct della Russia fino a qualche mese fa. C'è un calciatore russo, uno dei suoi ragazzi, che oggi vedrebbe bene in Italia?

"La Serie A e' molto dura e competitiva, è storicamente difficile per i giocatori russi. Si vede anche nel caso di Miranchyuk. Vedo che il campionato italiano sta di nuovo tornando più forte a livello europeo, non a caso avete vinto l'Europeo. Ho molta stima nei confronti del vostro calcio e dei colleghi in panchina. E che questa sera vinca la squadra migliore".

Si ringrazia Stanislav Cherchesov per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.