ESCLUSIVA TJ - Roberto Galia: "Vincerà la Juve, ma la Samp darà fastidio. Scudetto? Le favorite sono Milan e Inter. Su Bremer..."

19.08.2022 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Roberto Galia: "Vincerà la Juve, ma la Samp darà fastidio. Scudetto? Le favorite sono Milan e Inter. Su Bremer..."
TuttoJuve.com
© foto di Federico De Luca

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex difensore bianconero dei primi anni '90, Roberto Galia, per parlare approfonditamente di Sampdoria-Juventus e non solo:

Come è iniziata la stagione della Juve?

"E' cominciata nel migliore dei modi, era importante partire bene e ci sono riusciti. Per ottenere gli stessi risultati di prima, la Juve deve tornare ad esser prepotente. Dispiace che i giocatori più importanti siano infortunati, la società potrebbe pensare di prendere qualcun altro in questi ultimi giorni di mercato. Questa è una squadra che possiede delle potenzialità ben definite dalla metà campo in avanti, forse si potrebbe pensare di rinforzare il reparto arretrato".

Depay e Paredes sono i due nomi su cui la società sta lavorando intensamente. Ti convincono?

"Sono due giocatori importanti, di esperienza, che arricchirebbero la squadra dal punto di vista qualitativo. Non è mai facile adattarsi subito nel nostro campionato, ma per me potrebbero fare molto bene".

Prima dicevi che la Juve dovrebbe tornare ad esser prepotente come un tempo. E se dovesse diventarlo, sarebbe la favorita al titolo?

"No, le favorite sono le due milanesi. Sono un passo in avanti rispetto alla Juve, è inutile negarlo, perché possiedono un impianto di gioco stabile anche se non hanno speso tanto. Il Napoli non è da sottovalutare: non ha preso giocatori dal nome importante, bensì utili per dare una mano. E la Roma, sicuramente, si è rinforzata dal punto di vista tecnico e mentale. La Serie A è decisamente più livellata del passato".

In difesa il solo Bremer sembrerebbe non bastare, anche se è arrivato Gatti. Quale è la tua idea a riguardo?

"Lo scorso anno al Torino ha fatto molto bene, ma bisognerà valutarlo sul lungo periodo in bianconero. L'importante, quando cambi molto in un reparto, è che non vengano poi a crearsi delle crepe. Tra l'altro il brasiliano può permetterti di giocare a tre, per me può essere una soluzione di modulo visti anche gli interpreti. Se i difensori sono bravi come quelli dell'Inter a scalare e i centrocampisti a coprire bene, hai già fatto metà dell'opera".

Passando a bomba sulla partita, che ti aspetti da Samp-Juve?

"La Samp è una squadra che lo scorso anno ha lottato per salvarsi. E' brutto da dire, ma bisogna accontentarsi di quello che c'è in questo momento. Bisognerebbe trovare una quadra dal punto di vista societario, è questa la speranza. Negli ultimi anni, anche se ha sempre perso, è riuscita comunque a dare fastidio ai bianconeri. Dovrà riprovarci seriamente lunedì, anche perché l'esordio non è stato dei migliori".

Solo pochi giorni fa, in effetti, hanno perso la prima in casa. E la seconda capita al momento giusto per potersi riscattare.

"Con l'Atalanta è andato qualcosa storto, e non ha giocato una brutta partita. Il vero campionato non inizia di certo lunedì, anche perché la Juve così come la squadra bergamasca è un avversario che non compete per le stesse posizioni. Ma non per questo devi partire già battuto, si spera che la Samp possa fare una partita gagliarda e mettere in difficoltà i bianconeri".

Pronostico secco: vincerà la Juve o la Samp?

"Per me la Juve, ma non vincerà facile. I bianconeri li vedo sul pezzo e vorranno evitare la falsa partenza di un anno fa, quindi la sfida di Genova è l'occasione perfetta per incamerare altri punti e non perdere contatto con le altre".

Si ringrazia Roberto Galia per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.