ESCLUSIVA TJ - Marino Magrin: "Non va bene nulla in questa stagione, Pirlo doveva avere più coraggio. Champions? Non fasciamoci la testa"

19.04.2021 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Marino Magrin: "Non va bene nulla in questa stagione, Pirlo doveva avere più coraggio. Champions? Non fasciamoci la testa"
TuttoJuve.com

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex centrocampista di Juventus ed Atalanta, Marino Magrin, per parlare della sconfitta di Bergamo e non solo:

Quale è il tuo punto di vista sulla gara di ieri?

"Alla Juve non sta andando bene nulla in questa stagione, l'Atalanta è riuscita a vincere per quel tiro di Malinovskyi che è stato deviato da un bianconero. Il calcio è anche questo, peccato perché il pari era il risultato più giusto".

In effetti, non c'è stato un netto dominio da parte di una delle due contendenti.

"La Juventus aveva giocato meglio il primo tempo, poi nella ripresa era un po' calata. L'Atalanta non dava l'impressione di trovare il gol, ma ci son stati quei due o tre minuti in cui Malinovskyi prima impegna Szczesny su punizione e poi realizza il gol della vittoria. E' una sconfitta che può capitare, i bianconeri di certo devono recriminare per i punti persi con Crotone, Benevento, Torino e non per quelli di ieri".

Il cammino della Champions è in salita? 

"Siamo ancora lì, non fasciamoci la testa. La Juventus ha le potenzialità per vincere tutte le partite a disposizione, è un vero peccato perché il secondo posto si è momentaneamente allontanato".

Tornando alla partita, come hai valutato le scelte di Pirlo? Avresti rischiato qualcosa in più?

"Per me doveva far entrare Kulusevski, e non Danilo, per Chiesa, così hai detto all'avversario che ti saresti accontentato del pareggio. Gasperini ne ha approfittato, chiaramente, inserendo giocatori offensivi come Malinovskyi. Lo svedese lo hai poi messo per Dybala, ma la Juve doveva inserirlo prima il giocatore offensivo. La mia è una opinione da allenatore, non devo insegnare nulla a Pirlo".

Oppure si poteva inserire Felix Correia, promettente giovane dell'U23, ma da quel punto Pirlo sembra non sentirci più.

"Esatto, sono d'accordo. Pirlo l'ha letta in quel modo perché sperava di fare il bene della Juve, ma purtroppo la scelta non si è rivelata quella giusta. Anche lasciar lì solo Morata con Djimsiti e Palomino non è stato molto efficace. Per vincere le partite, bisogna avere un po' più di coraggio".

Adesso arriverà subito il Parma e poi la Fiorentina, in una settimana si può capovolgere la situazione.

"E' meglio giocar subito, i giocatori avranno voglia di rivalsa. Si deve ripartire da giocatori come Cuadrado, un vero funambolo, ed Arthur che non può esser lasciato fuori, perché il centrocampo senza di lui non è la stessa cosa. Con il rientro di Ronaldo e il ritorno in condizione di Dybala, la Juve vedrete che sarà un'altra squadra".

Si ringrazia Marino Magrin per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.