ESCLUSIVA TJ - Lazetić su Vlahović: "Servito male, non poteva far di meglio. L'anno prossimo il vero Dušan. Juve? Senza di lui fuori dalla Champions".

16.05.2022 14:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Lazetić su Vlahović: "Servito male, non poteva far di meglio. L'anno prossimo il vero Dušan. Juve? Senza di lui fuori dalla Champions".
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex assistente di coach Tomić ai tempi del Partizan Belgrado ed attuale guida tecnica del TSC Backa Topola, Žarko Lazetić, per parlare approfonditamente del suo ex pupillo Dušan Vlahović e non solo:

Come stai giudicando i primi mesi bianconeri di Dušan Vlahović?

"Sono mesi difficili, anche se ha segnato dei gol importanti. Era da oltre dieci anni che la Juve non viveva un'annata del genere, per cui non è stato facile ambientarsi in un contesto del tutto differente da quello di Firenze. Ha fatto il possibile, nella prossima stagione vedremo un Dušan migliore".

Dici che ha fatto il possibile, ma davvero non poteva fare di meglio? Qualcuno si aspettava un Dušan ancora più devastante.

"La Juve ha investito una grossa cifra, per cui è normale ci fossero grandi aspettative. La mia risposta, però, è no, non poteva fare di meglio. Le sue prestazioni sono state in linea con quelle della squadra, il gioco espresso in campo non mi è affatto piaciuto. Ha fatto fatica a trovare i giusti movimenti, molto spesso non gli sono arrivati i palloni giusti. Ma anche il suo primo anno alla Fiorentina non è stato dei migliori".

Quindi, in poche parole: nel momento in cui migliorerà il gioco della Juve, le prestazioni di Vlahović saranno migliori.

"Esatto, è proprio così. Gli attaccanti spesso risentono del gioco della squadra, Dušan non fa eccezione. Qualora dovesse migliorare la qualità espressa in campo, lui sarà il prossimo top scorer del campionato di Serie A".

Quale è la ricetta per metterlo nelle giuste condizioni? Giocare con due esterni alti come la Fiorentina?

"Queste sono dinamiche interne che non mi competono affatto. Sicuramente il rientro di Chiesa, e gli acquisti che arriveranno dal mercato, potrebbero offrire maggiori soluzioni all'allenatore. Anche così, però, è stato in grado di aiutare il club a raggiungere l'obiettivo minimo della stagione".

Ti riferisci alla qualificazione in Champions League?

"Sì, la Juve non si sarebbe qualificata in Champions League senza Dušan". 

Quanto sarà in grado di essere decisivo nella Juventus del futuro?

"Vincere dei trofei con la Juventus è una grossa sfida. Fidatevi di me. Dušan è consapevole di vestire la maglia di un top club, è molto felice di esser qui, e farà di tutto per aiutare la squadra. L'età è dalla sua parte, può ancora crescere e migliorare. E' destinato a raggiungere i livelli delle più grandi punte centrali della storia come Ronaldo, Lewandowski, Benzema. E' il futuro del club bianconero".

Si ringrazia Žarko Lazetić per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.