ESCLUSIVA TJ - Jonathan Bachini: "La Juve non lascerà partire Dybala. Discontinuità Kulusevski? E' giovane, farà grandi cose in bianconero. Gestione CR7? Ho giocato con Pirlo e..."

18.12.2020 13:30 di Luca Cavallero   Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Jonathan Bachini: "La Juve non lascerà partire Dybala. Discontinuità Kulusevski? E' giovane, farà grandi cose in bianconero. Gestione CR7? Ho giocato con Pirlo e..."
TuttoJuve.com

Riguardo all'imminente Parma-Juventus, la redazione di TuttoJuve.com ha intervistato in esclusiva Jonathan Bachini, ex calciatore bianconero e ducale.

Da inizio stagione, il dato lampante è che la Juventus non è mai riuscita a vincere, in campionato, più di due partite consecutive. Come ti spieghi ciò?

"Ci può stare. La squadra è nuova; è stato cambiato di nuovo allenatore. Ci vuole tempo: la società è consapevole di questo".

Hai giocato con Pirlo nel Brescia e ne conosci a perfezione le sfumature caratteriali. Come sta vivendo, dal tuo punto di vista, questo momento?

"Positivamente. Conosco bene Andrea: ha carattere. Ha accettato la Juventus alla sua prima esperienza da allenatore. E tenete conto del fatto che se la Juve ti chiama ad allenare un motivo c'è sempre. Al momento sta cercando di far bene, provando ad applicare le sue idee. Poi ovvio: alla Juve ti chiedono sempre di vincere. Ma questo lui lo sa bene".

Come sta gestendo, a tuo giudizio, Ronaldo? Secondo te dovrebbe ridurne l'impiego in campionato, in favore della Champions?

"No, assolutamente. Poi nemmeno lui vorrebbe gestito essere in maniera diversa rispetto a quella di adesso. Stiamo parlando di un fuoriclasse totale, fisicamente sempre integro. Alla Juve sanno, inoltre, perfettamente che cosa fare".

Come commenti il "botta e risposta" a distanza Agnelli-Dybala e il momento altalenante della Joya?

"Quando c'è in ballo un rinnovo di contratto è normale che poi ne risenta in campo. La testa, anche se inconsciamente, è sempre lì. Ma credo che la questione si concluderà al più presto: penso che non sia intenzione dei bianconeri privarsi di Dybala".

Proiettandoci al match con il Parma, grande ex è Dejan Kulusevski, atteso sotto tutti i punti di vista, dato l'andamento discontinuo...

"L'anno scorso con il Parma si è consacrato definitivamente. Stiamo parlando di un ragazzo giovane, che è normale che paghi lo scotto in una big. La Juve ha fatto bene a prenderlo prima delle altre e se lo terrà ben stretto".

Come giudichi il cammino in campionato, sin qui, del Parma? Dopo il ciclo di D'Aversa si è passati a Liverani...

"Credo che il Parma abbia tutte le carte in regola per salvarsi. E' un ambiente sano e una società gestita molto bene".

Capitolo scudetto: qual è la tua griglia attualmente, anche alla luce della vittoria nello scontro diretto dell'Inter sul Napoli?

"Il Milan non è primo per caso: è una squadra tonica, con un'identità ben precisa. Credo però che la Juve dirà concretamente la sua".