esclusiva tj

Il ds Iliev su Vlahović: "Da giovane è diventato adulto, i suoi 15 gol valgono 20/25 in un'altra squadra. Rinnovo? Juve ha bisogno di lui"

26.02.2024 16:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Il ds Iliev su Vlahović: "Da giovane è diventato adulto, i suoi 15 gol valgono 20/25 in un'altra squadra. Rinnovo? Juve ha bisogno di lui"
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

"Dušan ha preso per mano la Juventus, è in una condizione ottimale e ha iniziato a segnare con continuità. Sono davvero contento del periodo che sta vivendo". Pensieri e parole di Ivica Iliev, ex direttore sportivo del Partizan Belgrado, che ai microfoni di TuttoJuve.com in esclusiva analizza le ultime partite dell'attaccante serbo e non solo:

Come lo vedi? Pensi che i momenti negativi siano stati finalmente superati?

"Lo vedo più maturo sotto molti aspetti: non è più il ragazzo giovane che ho conosciuto, ora è un vero e proprio adulto. Si prende tante responsabilità in campo, è un leader ed è anche una guida per i suoi compagni. Ha il carattere del campione, ha sempre avuto una cattiveria straordinaria. Dopo qualche difficoltà vissuta, ora sta diventando quel giocatore che noi tutti ci aspettavamo".

Che cosa era successo a Vlahović? Perché ad un certo punto non era più performante?

"Penso per via degli infortuni, ma anche per i cambiamenti che ci sono stati negli ultimi anni nella Juventus. La squadra non è più piena zeppa di campioni, ora c'è solo Dušan e qualcun altro. Però adesso è consapevole che sia arrivato il suo momento, come mentalità è sempre stato molto forte. Però è chiaro: non dipende solo da lui".

In che senso?

"Da ex attaccante, sono consapevole del fatto che molto spesso dipende anche dalla squadra e dalle occasioni che vengono create. Non è che Dušan spreca cinque palle gol a partita, lui spesso riesce a segnare nell'unica che gli capita. E a volte non riesce nemmeno ad avere dei palloni giocabili, questa è una cosa di cui mi dispiace molto. Poi voglio dire che con un po' più di qualità, segnerebbe di più".

Quindi i suoi 15 gol attuali in campionato, a tuo giudizio, valgono di più?

"Esattamente, i 15 segnati qui valgono almeno 20/25 con una qualità diversa. Se giocasse, per esempio, nell'Inter, forse segnerebbe più di Lautaro Martinez che è un ottimo attaccante".

Da direttore sportivo, invece, quanto vale oggi Dusan Vlahović?

"E' secondo per numero di gol in Italia, dunque è già uno dei tre più forti in Serie A. In Europa è tranquillamente nella top 10 dei più forti e non sono in tanti ad avere le sue qualità. Lui merita di essere in una squadra del blasone come la Juventus, ma l'unico dispiacere è che i suoi gol non serviranno per lo scudetto. L'Inter è ancora troppo forte, magari con due o tre innesti giusti le cose potrebbero cambiare".

Oltre a quella in campo, c'è un'altra partita che si sta giocando fuori: quella del rinnovo di contratto.

"La Juve ha bisogno di Dušan e lui si trova molto bene a Torino. Se dovessero arrivare quei due o tre innesti giusti di cui parlavo prima, per quel che mi riguarda lo scudetto non sarebbe più un miraggio".

Si ringrazia Ivica Iliev per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.