esclusiva tj

Giunti presenta Djalò: "Aggressivo ed efficace nell'uno contro uno, ha corretto i difetti che aveva nel Milan. Juve? Bravi a tenerlo in prima squadra"

23.01.2024 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Giunti presenta Djalò: "Aggressivo ed efficace nell'uno contro uno, ha corretto i difetti che aveva nel Milan. Juve? Bravi a tenerlo in prima squadra"
TuttoJuve.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato, in esclusiva, l'ex tecnico che ha allenato il neo acquisto Tiago Djalò nel Milan Primavera, Federico Giunti, per parlare approfonditamente del difensore portoghese e non solo:

C'è molta curiosità nell'ambiente bianconero per Tiago Djalo. Che tipo di difensore dovranno aspettarsi i tifosi?

"È un difensore moderno, dotato di un’ottima fisicità abbinata ad una più che buona rapidità. Queste sono doti che gli permettono sia di essere aggressivo sull’avversario nell’anticipo e sia di essere efficace quando lo affronta nell’uno contro uno. Ha anche una tecnica buona di base che può essere sfruttata in fase di costruzione dal basso".

Meglio da centrale o da terzino?

"Nasce come centrale, di piede destro, ma se la cava bene anche con il sinistro. Ha ricoperto tutti i tre ruoli della difesa a tre, all’occorrenza può essere utilizzato anche come terzino anche se andrebbe a perdere quelle che sono le sue caratteristiche principali. Lo preferisco al centro della difesa".

Quale è stata la prima impressione che hai avuto su di lui nei sei mesi che lo hai allenato? Hai sempre pensato potesse diventare un ottimo difensore?

"Di scuola portoghese, é un ragazzo su cui ho potuto farci affidamento sin dal primo momento che l'ho avuto in quanto ha innalzato notevolmente il livello di personalità del reparto difensivo. Mentre dal punto più strettamente tecnico-tattico, Tiago aveva fatto immediatamente sue tutte le richieste che gli proponevamo: sia in fase di possesso che non". 

Lo vedi migliorato negli aspetti in cui con te non eccelleva?

"A volte, proprio la sua spiccata personalità e la grande sicurezza nei propri mezzi lo portavano a compiere errori sia tecnici che di scelte. Questo difetto sembra sia riuscito a correggerlo negli anni giocati in prima squadra con il Lille".

La Juventus in un vero e proprio blitz di mercato è riuscita ad anticipare Inter e Atletico Madrid. Tiago sarà il difensore del futuro, a tuo parere? Quello che mancava a questa squadra?

"Se sarà il difensore del futuro starà a lui a dimostrarlo, io credo che abbia tutte le basi per poterci riuscire. Andrà ad arricchire un reparto che è già di prim’ordine, con il lavoro quotidiano ed un miglioramento costante sono sicuro riuscirà a ritagliarsi il suo spazio".

La Juventus ha valutato il prestito, ma ha deciso di tenerlo in rosa per questo finale di stagione. È una scelta che ti trova d'accordo?

"La Juventus ha assolutamente fatto bene ad anticipare i tempi, così da permettergli di integrarsi quanto prima e di portarlo in condizione il più velocemente possibile, per riassaporare da subito il campo dopo l’infortunio al ginocchio che lo ha costretto ai box per lungo tempo".

Si ringrazia Federico Giunti per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.