esclusiva tj

Clamoroso Douglas Costa: "Nessun giocatore al mondo può rifiutare la Juventus, è il club che amo e sogno di tornare in famiglia"

26.10.2023 10:45 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Clamoroso Douglas Costa: "Nessun giocatore al mondo può rifiutare la Juventus, è il club che amo e sogno di tornare in famiglia"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Fece diventare matti i giocatori della Juventus - e anche i tifosi - in quella sfida dello Stadium datata febbraio 2016, poi con indosso la maglia bianconera li ha fatti divertire a suon di magie e di accelerazioni. Stiamo parlando di "Flash" Douglas Costa (33), ex calciatore bianconero dal 2017 al 2020, da pochi giorni svincolato dopo l'esperienza ai Los Angeles Galaxy e voglioso di ripartire in un nuovo club. La redazione di Tuttojuve.com lo ha contattato telefonicamente, in esclusiva, per parlare del suo recente accostamento a Madama e non solo:

La tua avventura con i LA Galaxy è appena terminata. Che ricordi hai della tua esperienza in America?

"È stata un’esperienza incredibile, è un campionato molto competitivo che cresce ogni anno. Farò sicuramente tesoro dei bei momenti vissuti e giocati negli Stati Uniti, soprattutto l'amore che i fans mi hanno riservato". 

È sicuramente giunto il momento per una nuova sfida. Ti piacerebbe giocare di nuovo in Europa?

"Guarda, onestamente, nella mia carriera sono sempre stato spinto dalle sfide, quindi ovunque sarò sicuramente motivato ad esserci. Questo è ciò che mi motiva per dare il meglio. Sto seguendo lo sviluppo del campionato arabo, è sicuramente un luogo che mi impressiona per tutti i progetti e gli sviluppi che stanno già mettendo in pratica e che continueranno a crescere nei prossimi anni. Senza dubbio è qualcosa di assurdo di cui mi piacerebbe far parte un giorno". 

Il campionato arabo sta convincendo molti di voi ad andare lì. Ma visto che di recente, proprio da Tuttojuve, sei stato accostato alla Juventus, è una opzione che valuteresti? 

"Nessun giocatore al mondo può rifiutare la Juventus. E' il club del mio cuore, che amo e di certo non negherei mai una chiamata da parte del club. Ciò che desidero di più adesso è essere lì a lottare per tornare ai giorni di gloria, perché so che insieme ai nostri fan sarebbe possibile farlo! Ed è ai massimi livelli che la Juventus deve essere sempre". 

Interessante quel che hai appena risposto. Quindi, per capirci meglio, accetteresti un'offerta della Juventus anche se non è più la stessa squadra in cui giocavi? La Juventus è un club in ricostruzione, non più vincente come nella tua epoca. 

"Naturalmente sì, e c'è un perché: oltre alla sfida di riportare il club tra i migliori al mondo, io tifo Juventus e nessun giocatore potrà mai dirle di no. Ripeto, nessun giocatore al mondo può rifiutare una loro offerta. La Juve è una delle squadre più grandi al mondo e quando ti fanno squillare il telefono, non puoi pensarci più di tanto. Devi accettare il più velocemente possibile! Indossare quei colori significa lasciare il sangue ad ogni allenamento e ad ogni partita. Perché la Juventus è una famiglia, una squadra di guerrieri, una squadra nata per essere campione sempre ogni anno". 

Che ne pensi riguardo alla Juve di oggi? 

"Seguo sempre ogni loro partita, non ne perdo una. Mister Allegri è uno degli allenatori più speciali con cui ho lavorato, nutro per lui tanto affetto, gratitudine e rispetto. Lui, come sempre, dà il massimo ogni giorno per la Juventus, perché è un allenatore che dà tanto a prescindere dalle circostanze". 

Posso dirti che la notizia pubblicata ieri da Tuttojuve ha riscontrato molte risposte da parte dei tifosi. Molti di loro, ad esempio, si sono mostrati entusiasti all'idea di un tuo ritorno. Entrando in argomento, che ricordi hai della tua esperienza alla Juventus?

"Li ringrazio infinitamente, porto ogni tifoso nel mio cuore. I momenti a Torino sono stati indimenticabili, ma chissà cosa può riservare il futuro. Magari saremo lì insieme a scrivere altri capitoli vittoriosi di questa storia. Sarebbe sicuramente un sogno tornare in famiglia. Fino alla Fine!". 

Riavvolgiamo un attimo il nastro dei ricordi, perché hai scelto la Juventus nel 2017? Ricordo che avevi altre offerte in quel periodo.

"Sì all'epoca c'erano diverse offerte, ma già allora non ebbi dubbi sulla scelta da fare. La decisione da prendere fu davvero molto semplice". 

Una delle loro partite più belle che hai disputato è stata sicuramente Real Madrid-Juventus 1-3, molto sfortunata a livello di risultato. Quella partita, il modo in cui finì, è stato uno dei tuoi rimpianti in carriera?

"Sicuramente è stata una partita che è stata segnata negativamente perché potevamo raggiungere il nostro obiettivo, abbiamo fatto una grande partita ma purtroppo il calcio a volte va così. Fu, però, davvero un grande peccato".

Si ringrazia Douglas Costa per la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.