ESCLUSIVA TJ - Caos plusvalenze, parla l'Avv. D'Onofrio: "Juve penalizzata? Se non si accerta il dolo, le norme non consentono l'irrogazione di sanzioni così gravi"

02.12.2021 16:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Caos plusvalenze, parla l'Avv. D'Onofrio: "Juve penalizzata? Se non si accerta il dolo, le norme non consentono l'irrogazione di sanzioni così gravi"
TuttoJuve.com
© foto di Federico De Luca

La redazione di Tuttojuve.com, in virtù del caos plusvalenze che vede coinvolta anche la Juventus, ha contattato, in esclusiva, l'avvocato esperto di diritto sportivo, Paco D'Onofrio per parlarne approfonditamente e non solo:

L'operazione "Prisma" sta riguardando molto da vicino la Juve per il caos plusvalenze. Ma una società può essere indagata e condannata per valori di mercato che non possono essere oggettivi?

"Dovrebbe essere dimostrato il dolo, cioè un'alterazione dei reali valori di mercato, preordinata ad un aggiustamento dei bilanci. Come dimostrano i precedenti che hanno riguardato il Milan e l'Inter, in assenza di dolo, non esiste un criterio che consenta di considerare irregolare la valutazione di un calciatore".

Qualora dovesse essere condannata, che cosa potrebbe rischiare la Juventus? Ammenda, punti di penalizzazione, retrocessione?

"Il codice di giustizia della Figc prevede solo ammende a carico delle Società coinvolte e squalifiche nei confronti dei dirigenti responsabili. L'ipotesi di punti di penalizzazione o addirittura di retrocessione è limitata ai casi in cui le irregolarità fossero state necessarie ed essenziali per l'iscrizione al campionato".

Quindi non c'è la sensazione che possa ripetersi un nuovo "caso Chievo"?

"Al momento gli atti di indagine sono giustamente secretati, ma se non si accerta il dolo, le norme non consentono l'irrogazione di sanzioni così gravi".

Trova che la comunicazione sia avvenuta nei tempi previsti? O forse, visto che il comunicato è uscito a poche ore dal match con l'Atalanta, può esserci un accanimento nei confronti della società bianconera?

"La Procura della Repubblica ha giustamente considerato la chiusura della Borsa, essendo la Juventus una società quotata, mentre altre eventuali contingenze non mi sembra siano rilevanti".

Si ringrazia l'avvocato Paco D'Onofrio per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.