ESCLUSIVA TJ - Amauri su Chiellini: "A Miami il benvenuto, in MLS renderebbe con una gamba sola. Di Maria fa ancora la differenza, Bremer per la difesa. E su Dybala..."

28.04.2022 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Amauri su Chiellini: "A Miami il benvenuto, in MLS renderebbe con una gamba sola. Di Maria fa ancora la differenza, Bremer per la difesa. E su Dybala..."
TuttoJuve.com
© foto di Alberto Fornasari

"Avevo scommesso con degli amici che la Juve avrebbe vinto il campionato. Ci credevo, ero molto sicuro di questa cosa, poi la sfida con l'Inter non è andata bene. Adesso bisogna pensare alle ultime partite, c'è un trofeo da andare a conquistare". E' il pensiero di Amauri Carvalho de Oliveira, meglio conosciuto come Amauri, che in esclusiva ai microfoni di TuttoJuve.com ha parlato degli ultimi avvicendamenti in casa bianconera e non solo:

Quindi firmeresti per il terzo posto e la conquista della Coppa Italia?

"Sì, nella maniera più assoluta. Altrimenti la stagione finirebbe davvero male. Quei punti persi nelle prime quattro giornate sono stati davvero pesanti, la Juve è stata comunque brava a costruirsi un piccolo vantaggio sulle inseguitrici per il quarto posto. E un titolo potrebbe rendere il tutto meno amaro".

L'ultima Juventus che non vinse nulla fu proprio la tua. Allegri, nel caso, rischierebbe di far peggio dei suoi predecessori.

"Non pensiamo sempre in negativo, dobbiamo essere fiduciosi per la finale. Sono rimasto impressionato da Inzaghi che è un allenatore davvero molto preparato, ma sono tifoso juventino e ci spero con tutto il cuore. La Coppa Italia dovrà esser la base per ripartire bene l'anno prossimo".

L'anno prossimo, appunto, sarà un anno particolare, dove qualche giocatore importante - vedi Dybala - non ci sarà più. Sarà lo stesso anche per Giorgio Chiellini? Che ne pensi di una possibilità di vederlo in America?

"Il 'Chiello' è il numero uno, quindi parlare di lui è semplice. Ho letto che potrebbe andar via, ma non credo rimarrà in Italia. La Juventus è cucita sul suo petto, è nel suo cuore, non potrebbe per questo fare uno sgarbo del genere. Per amore della maglia e dei tifosi, andrà a giocare altrove. Come ha fatto Alex (Del Piero ndr). Se decidesse di scegliere l'America, sicuramente sarebbe il benvenuto".

Los Angeles, Miami o anche New York, potrebbero essere delle mete molto ambite per Chiellini.

"A Miami ritroverebbe Matuidi e Higuain, sarebbe una reunion molto bella. Il club ha bisogno di un difensore del calibro di Giorgio, volendo lo posso proporre. Così farei anche il suo agente (sorride ndr)".

Troverebbe un campionato così competitivo? La nostra idea è che l'MLS non lo sia ancora ai livelli di quello europeo.

"E' un'idea molto condivisibile, il livello non è ancora così alto. Ci sono buoni difensori che rendono come dei giganti, figuriamoci cosa potrebbe fare Giorgio. Renderebbe al meglio anche con una gamba sola (sorride ndr)".

Se decidesse di scegliere Miami, che città lo accoglierebbe?

"Miami è troppo bella per vivere, è una città adatta alle famiglie e ad ogni tipo di comfort. La notizia più bella per Giorgio è che fa caldo tutto l'anno. E allo stadio avrà sicuramente un fan in più, perché stravedo per lui".

La Juve con chi sostituirebbe Chiellini?

"Gleison Bremer".

Ah, proprio così? La Juve sta valutando anche altri difensori, anche più giovani come Badiashile del Monaco.

"Sono innamorato dal punto di vista calcistico di questo difensore, più lo vedo e più mi ricorda Giorgio per come si appiccica all'attaccante e non lo fa muovere in alcun modo. Anzi, sul 'Chiello' già che ci siamo posso rivelare un piccolo retroscena".

Ovvero?

"Il 'Chiello' è sempre stato un rompiscatole nella marcatura, ma il suo modo di aggredire l'avversario è cambiato sotto la guida di Conte. Ha iniziato a difendere allargando il proprio raggio d'azione, il pallone lo andava a recuperare anche a centrocampo. Era ancora più asfissiante, era difficile vincere anche solo un mezzo duello. C'era da farsi il segno della croce quando lo affrontavi ogni volta".

Dybala, invece, farà come Chiellini? Oppure lo rivedremo in Italia con un'altra maglia?

"Non so quel che farà, ma Dybala è all'altezza di ogni top club mondiale. Per i tifosi sarebbe una delusione vederlo con la maglia dell'Inter, un po' come era accaduto con Ibrahimovic e Vieira ai tempi, però fa parte del calcio. Lo vedrei bene fuori dall'Italia, così avrebbe l'occasione di essere applaudito ed osannato una volta che tornerà a Torino".

E il suo sostituto potrebbe essere sempre argentino, Che cosa pensi di Angel Di Maria?

"Ha la mentalità del vincente, per questo è il profilo ideale per una squadra come la Juventus. Potrebbe essere tentato di fare un'esperienza in Italia, per me è in grado di fare ancora la differenza. Di certo non verrebbe a svernare, non è un calciatore a fine carriera".

Si ringrazia Amauri Carvalho de Oliveira per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.