Roma, scoppia il caso Coric. Il padre: "Non gli permettono di andare via, noi nemmeno volevamo andarci". Il giocatore: "Non è vero"

11.01.2019 22:15 di Edoardo Siddi Twitter:   articolo letto 17003 volte
© foto di Federico Gaetano
Roma, scoppia il caso Coric. Il padre: "Non gli permettono di andare via, noi nemmeno volevamo andarci". Il giocatore: "Non è vero"

A Roma scoppia il caso Ante Coric. Miljenko Coric, padre e agente del giocatore, ai microfoni di IndexHR, non ha risparmiato critiche: "Ante mi ha chiamato e mi ha detto che la Roma non lo lascerà partire. Ci sono offerte reali per lui, ma che non saranno prese in considerazione. Di recente ho contattato Di Francesco per chiedergli informazioni sulla crescita di Ante, mi ha risposto che al momento ci sono tre giocatori italiani che sono sopra di lui nelle gerarchie. La stagione però è lunga, il club gioca tre competizioni e quindi ci saranno possibilità di vederlo in campo". Retroscena anche sul trasferimento: " Volevamo lasciare a tutti i costi la Dinamo Zagabria che si era comportata nel peggiore dei modi con mio figlio. Abbiamo protestato con il club croato, mio figlio ha scioperato nelle ultime due partite dello scorso anno e abbiamo chiesto il trasferimento. Avremmo accettato tutto tranne l’Italia e la Francia, ma purtroppo non abbiamo avuto scelta e siamo stati costretti ad accettare la Roma per andarcene il prima possibile".

Il giocatore ha commentato così su Instagram: "Le dichiarazioni attribuite a mio padre, per cui saremmo stati costretti ad accettare la Roma, non sono mai state rilasciate né da lui né da me. Sono stato onorato sin da subito dell’opportunità di vestire la maglia della Roma e il mio obiettivo è continuare a farlo più a lungo possibile. So che dovrò continuare a lavorare duramente per ottenere questo scopo. Forza Roma”.