Palmeri su TMW: “Dybala deve andare: la Juventus ha in mente Dembele, Pogba o Icardi, ma ecco perché serve che vada”

14.04.2021 07:15 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Palmeri su TMW: “Dybala deve andare: la Juventus ha in mente Dembele, Pogba o Icardi, ma ecco perché serve che vada”
TuttoJuve.com
© foto di Image Sport

Il collega Tancredi Palmeri si è pronunciato anche sul mercato della Juventus sulle colonne di TMW. Le sue parole: "La settimana scorsa avevo chiuso l’editoriale sulla possibilità degli Europei a Roma dicendo che l’Italia stava facendo come quello che balza senza biglietto sul traghetto pronto a salpare, e quando glielo controllano e lo trovano sprovvisto, ormai la nave si è allontanata dalla banchina ed è troppo tardi per tornare indietro.
E’ esattamente quello che è successo: con le parole del Cts e del prof. Locatelli che chiedeva due settimane in più di tempo, l’Italia avrebbe perso l’organizzazione di Euro2021, la partita inaugurale, la fase a gruppi in casa per la Nazionale. E’ servito che Mario Draghi desse il nullaosta esplicito a garantire il 25% di spettatori per respingere l’offensiva della Turchia per la beffa peggiore.
Ma appunto, al Comitato Esecutivo del 19 aprile dell’Uefa arriverà solo una garanzia, non una specifica del come, e l’Uefa farà ad accontentarsi per non rischiare di peggiorare la situazione - per ora. Come faremo dopo, se la situazione non migliora sensibilmente - ed è improbabile, considerando che non siamo in zona rossa - non è dato saperlo: male che vada, se l’Italia alla fine davvero non ospiterà spettatori, dovrà risarcire la Uefa, perché non pensate che sia soltanto una questione di immagine, è anche anzi soprattutto una questione di grano.
Se Roma si salva con un trucchetto, Bilbao invece perde l’organizzazione a causa della mancanza di garanzie del governo basco, ma la federcalcio spagnola riesce a fare spostare la sede a Siviglia, nel vetusto stadio de La Cartuja, che all’Uefa non piace ma che al pittoresco presidente della federcalcio spagnola risulta sede ben più gradita considerando quanto la Spagna avrebbe giocato in terra ostile nei Paesi Baschi. Chi è sicura di perdere la sede è l’Irlanda: niente garanzie su Dublino, l’Inghilterra ottiene quello per cui aveva tanto spinto e le partite saranno spostate a Manchester. Rimane il dubbio Monaco di Baviera: versa molto male, zero garanzie per ora, e a meno che la Merkel non si esponga come ha fatto Draghi, la Germania rischia davvero, con la Russia che chiede più partite e la Turchia che preme come riserva, ma anche la vicina Polonia teoricamente...

A proposito di riserve: Dybala da quella condizione non si schioda, e alla Juventus interessa relativamente. Perché l’offerta è stata ritirata, per un semplice motivo: Dybala serve più da venduto che da juventino.
I conti della Juve non cambiano per come li giri e volti, servirà un’altra iniezione pesante di plusvalenze dopo i circa 250 milioni di € in plusvalenza degli ultimi 2 anni, milioni veri o soprattutto creativi come nello scambio Arthur-Pjanic. E Dybala è l’unica pedina di scambio che ha mercato per poter imbastire un analogo cambio con un giocatore di uguale o maggiore levatura tecnica.

Paratici ha per ora tre idee: Dembelé, Pogba e Icardi. E nel caso nessuna vada in porto, continuerà a cercare.
Dembelé e Pogba entrambi in scadenza il prossimo anno come Dybala, mentre Icardi sarebbe un ritorno di fiamma con prezzo paragonabile. In tutti e tre i casi però c’è un alto livello di difficoltà.
Nel caso di Dembelé, il giocatore prende in considerazione la possibilità, ma è il Barcellona che non è stimolato, perché dovrebbe mettere soldi in più per una pedina non fondamentale come Dybala, che non solo non esattamente si sposa con Messi, ma soprattutto non è prioritaria visto che si prova a fare quadrare i conti per prendere Aguero più che altro.
Per Pogba ci sarebbe tutto, la Juve sarebbe disposta a pagare qualcosa in più, ma manca per ora il favore del Manchester United, che al momento non è interessato come invece due anni fa, quando fu la Joya a far saltare il passaggio prima ai Red Devils e poi al Tottenham.
E per Icardi, la proposta a Leonardo è stata fatta, ma Icardi guadagna 10 milioni e non è più così interessato a tornare in Italia - e come biasimarlo, visto che è appena andato in semifinale di Champions.
Pogba rimane l’opzione più possibile, ma l’estate della Juve è cominciata in anticipo…"