Libero - Allegri e i messaggi alla Juve: pretende fino all’ultimo euro. Intanto Giuntoli intensifica i contatti col futuro allenatore...

30.03.2024 15:30 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
Libero - Allegri e i messaggi alla Juve: pretende fino all’ultimo euro. Intanto Giuntoli intensifica i contatti col futuro allenatore...
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

2Allegri e i messaggi alla Juve: pretende fino all’ultimo euro". Così titola Libero. Max difende il suo lavoro ma il rendimento è crollato: solamente 13 punti in 10 gare.  I bianconeri hanno scelto Thiago Motta e oggi sfidano l’ex Tudor, all’esordio a Roma.

«C’è grande fiducia» è una frase di circostanza, «della stagione in corso»è un riferimento temporale preciso: non c’è stato alcun accenno alla prossima annata né è stata pronunciata una chiara conferma di Allegri. Il mister bianconero aggiunge quel «non avevo dubbi a riguardo» un po’ spocchioso, come a dire «ovvio che mi confermate, altrimenti...». Ecco, altrimenti? Mi pagate - scrive Claudio Savelli -. Max forza la mano perché è protetto da un ulteriore anno di contratto a 7 milioni di euro netti che, per la società, sono 13 lordi. Sembra dire di non essere disposto a trattare una buonuscita in caso di esonero ma di volerli tutti, fino all’ultimo centesimo, proprio perché l’esonero eventuale sarebbe per lui immeritato per il lavoro svolto di ricostruzione della competitività, senza contare che la stessa è decaduta nello scorso biennio quando alla guida c’era lui. Sono nemmeno troppo velati messaggi alla dirigenza che, va ricordato, non è quella che lo ha assunto, semmai è quella chiamata a limare i costi del personale. E la voce mister è una delle più onerose. Come si spiega che l’Allegri infastidito dal mondo che lo circonda, incapace di capirlo, improvvisamente si dica «entusiasta di allenare»? È un cambio di rotta troppo drastico per non avere dei sospetti. 

Secondo il quotidiano, il rendimento deficitario della Juventus in questo finale di stagione è un assist a Giuntoli che  sta intensificando il corteggiamento a Thiago Motta. D’altronde ogni direttore sportivo che si rispetti vuole scegliere l’allenatore con cui lavorare.Allegri deve difendersi dal suo potenziale erede anche in campo, immaginando quale umiliazione debba essere un eventuale sorpasso finale delBologna