Corsport - Inter-Juve, è derby d'Italia per Pinamonti e Tonali: il punto sulle due trattative

08.07.2020 09:30 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
© foto di Image Sport
Corsport - Inter-Juve, è derby d'Italia per Pinamonti e Tonali: il punto sulle due trattative

È derby d’Italia per due giovani italiani. Come riportato dal Corriere dello Sport, Juventus s Inter si sfideranno sul mercato per Sandro Tonali e Andrea Pinamonti. Quest’ultimo è stato ceduto un anno fa al Genoa dall’Inter che ha ricavato tra prestito e obbligo di riscatto, 18,5 milioni. Marotta e Ausilio si sono garantiti attraverso un gentlemen agreement la possibilità di riacquistarlo quest'estate, ma servono 21 milioni. Il ragazzo, cresciuto a Interello e autore di 3 reti negli ultimi 10 giorni, è apprezzato e stimato, ma in questo momento il club di viale della Liberazione sembra avere altre priorità. Ecco perché la Juventus può entrare in scena e prenderselo con un'operazione che prevede l'acquisto del cartellino di Pinamonti (magari poi sarebbe parcheggiato un altro anno a maturare al Grifone) e la cessione di quello di Mattia Perin o di un altro bianconero. Raiola, agente di Pinamonti, ha già parlato con la Juve e lavora per la fumata bianca, fermo restando che il bomber classe 1999 già adesso ha un ingaggio importante, da 2 milioni netti a stagione. Se invece la Juventus non affondasse, può darsi che il gentlemen agreement tra Inter e Genoa sia allungato fino al 2021.

Capitolo Tonali. L’avvocato Bozzo è in contatto frequente con il club nerazzurro. Il giocatore sembra essersi convinto del fatto che la maglia nerazzurra sia perfetta per la sua crescita professionale e preferirebbe un trasferimento a Milano rispetto che a Torino. La Juve ha chiesto informazioni ma non ha affondato, per questo l’Inter vorrebbe approfittarne. La prima proposta si aggira sui 30 milioni più 5 di bonus, 10-15 meno rispetto alla richiesta. Il rapporto saldo che l'ex patron del Cagliari ha con Marotta gioca a favore dell'intesa, di sicuro per quel che riguarda la formula (prestito oneroso più obbligo di riscatto), ma non vanno escluse manovre di disturbo da parte della Juve, anche se una beffa alla Kulusevski al momento sembra scongiurata.