Prandelli: "Pirlo alla Juventus? La dirigenza non è impazzita, avrà visto qualità importanti"

16.09.2020 13:30 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Prandelli: "Pirlo alla Juventus? La dirigenza non è impazzita, avrà visto qualità importanti"

Intervenuto ai microfoni di TMW Radio, Cesare Prandelli ha parlato della scelta della Juventus di affidare la panchina a Pirlo: "Ho sempre detto che la Juventus non può impazzire in 24 ore, se gli hanno dato la panchina è per gli aspetti umani e caratteriale, tecnicamente ancora non è giudicabile. Conoscendolo, penso che anche Pirlo abbia valutato ogni aspetto prima di accettare, uno di questi è un campione del Mondo che sa quali tasti toccare con i grandi calciatori".

Quanto peserà il secondo infortunio grave per Zaniolo?
"Sì, ha forza fisica e capacità tecnica. Nella memoria abbiamo uno come Ancelotti che ha vissuto la stessa situazione per poi vincere tutto: sono sicuro che tornerà ancora più forte".

Chiesa deve trovare il suo ruolo?
"Per me non devi considerarlo una punta, ma un esterno: in quel ruolo ti fa 10 gol e 15 assist. Se però prima fa un ruolo, poi un altro ed infine un altro ancora, diventa difficile. Trovargli un ruolo specifico ti farebbe dire che lì hai chi fa la differenza".

Un calciatore che ha allenato è Cancelo. Si esagera nel dire che era lecito attendersi uno step in più da parte sua?
"Io ho litigato con tutti per farlo giocare: nessuno era d'accordo con me ma l'ho messo terzino quando era un'ala destra. Devastante nell'uno-contro-uno, chiaro che sul lato difensivo ha margini di miglioramento. Ma è così, devi saperlo accettare e adattare la squadra a questa sua capacità offensiva. Ho sempre stravisto per lui, poi il resto dipende dalle motivazioni. Inter, Juve e Manchester City non sono comunque tre squadre da poco".