Patania (Corsport): "CR7 rallenta l'idea di Sarri, il portoghese deve tornare a fare la differenza"

12.11.2019 15:10 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Patania (Corsport): "CR7 rallenta l'idea di Sarri, il portoghese deve tornare a fare la differenza"

Sulle pagine del Corriere dello Sport, Fabrizio Patania ha commentato il momento della Juventus: "Ronaldo fuori forma è ancora più complicato da gestire per un perfezionista come Sarri. Nove vittorie su dieci con un solo gol di scarto, la miglior difesa del campionato, la tendenza a risolvere le partite nell’ultima mezz’ora, quasi sempre con il colpo decisivo di un campione pescato dalla panchina, indicano il percorso della nuova-vecchia Juve. Concede poco, tiene palla, dimostra ordine in campo, ma non ha ancora trovato la chiave giusta per distendersi negli ultimi trenta metri. Le giocate più del gioco. Bastano per comandare (mica male), non per entusiasmare. Non si vedono i movimenti codificati, le combinazioni e lo sviluppo tipico della manovra offensiva di Sarri. Perché se CR7 non sta bene e non corre diventa difficile tenere fuori Dybala e/o Douglas Costa. Arriva l’attimo dell’impazienza e in cui non si può più accettare di riconsegnare palla al Milan, come stava succedendo domenica allo Stadium, senza intervenire. La Juve è prima, imbattuta in Europa e si è qualificata in Champions con due turni d’anticipo. Se contano i risultati, chiacchiere a zero. Nessuno discute il portoghese, ovvio, ma deve tornare a fare la differenza, ancora di più quest’anno in cui la Juve avrebbe scelto l’idea più che affidarsi al fuoriclasse. Non a caso, quando è uscito Ronaldo e ha ritrovato l’ampiezza, è venuto a capo del Milan. Azione da calcetto impostata da Douglas Costa, rifinita da Higuain e fi nalizzata da Dybala. Attacco vero, completo, assortito benissimo per il calcio di Sarri, fatto di velocità e di movimento".