Malagò: "Spadafora ha lavorato con abnegazione, ma sono angosciato per lo sport in Italia"

27.11.2020 10:00 di Giuseppe Giannone   Vedi letture
Malagò: "Spadafora ha lavorato con abnegazione, ma sono angosciato per lo sport in Italia"
TuttoJuve.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Giovanni Malagò, presidente del CONI, fa il punto, intervistato dal "Corriere della Sera", sullo sport italiano al netto della pandemia da Coronavirus che ormai imperversa sul mondo da quasi un anno: "Spadafora? Devo dare atto a Spadafora e al suo staff di aver lavorato con abnegazione. Sulla mancata approvazione del Decreto 1, quello sulla governance, lui è stato chiaro: la riforma non è andata in porto per una forte non condivisione della maggioranza, del Coni e fortissima di Sport &Salute. Ha concluso dicendo che ora, se vuole, della riforma se ne deve occupare il Parlamento. Giusto: il Coni gioca tanti ruoli, non quello del legislatore. Come sono i rapporti con lui? Ottimi con il suo staff, con lui buoni ma su un piano direi formale e istituzionale. Lo sport in Italia? Sono angosciato. Abbiamo allontanato una o due generazioni dallo sport, per Covid e altro. Provo profonda amarezza nel vedere che la politica invece di sistemare l’enorme problema di palestre chiuse, insegnanti assenti, dell’assoluta mancanza di sport a scuola si occupa di altro. Lo sport a scuola è una barca abbandonata in mezzo al mare e noi pagheremo conseguenze immense".