La Stampa - Stavolta un campanello d'allarme forte e chiaro

27.02.2020 14:00 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
La Stampa - Stavolta un campanello d'allarme forte e chiaro

Per la rubrica Fuoricampo, La Stampa ha commentato così la sconfitta della Juventus in casa del Lione: "Passa il City a Madrid e salva il calcio inglese dall'en-plein alla rovescia. Ma la notizia è un'altra, perché la Juve cade a Lione facendo la Juve soltanto nel finale. Non è una sentenza, un gol ai francesi lo si può rimontare a patto magari di non prenderne. Ma è un altro campanello d'allarme e non si può dire, stavolta, che non sia squillato forte e chiaro.
Era stato desolante il primo tempo bianconero, dopo un avvio in apparenza brillante e ispirato dal solito Dybala. Il Lione ha impiegato una ventina di minuti per capire di poterci provare, e un po' alla volta ha cominciato a farlo. E la Juve in tutto questo? Troppo bassa, troppo lenta e macchinosa, con il solo Dybala capace a tratti di cantare ma costretto a sua volta a portare la croce dalla manifesta inferiorità del centrocampo. Sospetti di rigore su Ronaldo e Dybala, sinistro di Dybala annullato per centimetri, finalmente la Juve se non altro. Con quasi un'ora e mezza di ritardo".