Il Giornale - La brutta Signora si è ammalata. Damascelli duro: "Ronaldo narciso, Dybala un Marocchi al tramonto. Matuidi più avanti della Joya è un insulto all'intelligenza"

01.02.2019 08:10 di Redazione TuttoJuve Twitter:   articolo letto 29497 volte
Il Giornale - La brutta Signora si è ammalata. Damascelli duro: "Ronaldo narciso, Dybala un Marocchi al tramonto. Matuidi più avanti della Joya è un insulto all'intelligenza"

Il Giornale apre le sue pagine sportive con il momento della Juventus: "La brutta Signora si è ammalata. Serve un recupero Champions", titola il quotidiano milanese. Gli infortuni gestiti male (Bonucci), le difficoltà di mercato e le scelte tattiche. E l’attende l’Atletico: un’Atalanta più forte. La macchina perfetta juventina inceppata a 20 giorni dall'eurosfida. 

Tony Damascelli non lesina critiche ai singoli, ma anche alla gestione di Massimiliano Allegri: "(...) La Juventus paga errori non casuali, paga l’infortunio di Bonucci gestito malissimo domenica a Roma (il calciatore ha voluto restare in campo mezzora rifiutando di lasciare il posto a Chiellini), paga le difficoltà di mercato dovute a un bilancio che va tenuto sotto controllo dopo gli impegni gravosi delle ultime due stagioni, paga le scelte tattiche dell’allenatore e i limiti caratteriali di alcuni bianconeri. Totale: la squadra conta i pezzi e si può così riassumere. Rugani con la fascia di capitano a Bergamo è stata la fotografia dello stato dell’essere. Rugani è un buon difensore e mai è stato un gran difensore, in difficoltà evidente contro Zapata ha ribadito di non essere né un leader e di non essere capace di far ripartire il gioco dalla terza linea; come lui De Sciglio, costretto a spostarsi al centro dopo la scenetta a bordo campo tra Caceres, già pronto per subentrare a Chiellini, e Cancelo, mandato in campo nella zona dove l’Atalanta stava spingendo maggiormente" (...).

Ce n'è anche per Ronaldo e Dybala: "(...) Il portoghese ha talento ma è un Narciso che si specchia nello stagno e finisce in acqua. Alex Sandro, a volte indisponente, ha contribuito al caos totale della difesa ma a Bergamo si sono evidenziati altri equivoci che andrebbero chiariti: Matuidi gioca in posizione più avanzata di Dybala, mi sembra una bestemmia tattica oltre che un insulto all’intelligenza. L’argentino ha smarrito la creatività che aveva mostrato giocando negli ultimi venti metri, da Sivorino è diventato un Marocchi al tramonto, il termine “tuttocampista” è un fake che accontenta gli stupidi e così la Juventus si ritrova con un artista in meno e un impiegato in più in fase risolutiva. L’assenza di Mandzukic ha creato il vuoto, la Juventus è l’unica squadra europea a giocare senza centravanti, Kean non viene utilizzato nemmeno in caso di strage, Cristiano Ronaldo si ritrova nella nebbia, nessuno lo lancia (ma chi saprebbe?), nessuno va a dettare in avanti una sua eventuale idea, semmai gli stanno alle spalle o di fianco, Douglas Costa è in fase involutiva, Bernardeschi alterna momenti superbi a fasi abuliche. E a centrocampo non è ancora definita e definitiva la scelta dei tre (...)".