Ibrahimovic: "Oggi sono mancate tante cose. Mandzukic? Uno di poche parole"

23.01.2021 22:30 di Gianmarco Minossi   Vedi letture
Ibrahimovic: "Oggi sono mancate tante cose. Mandzukic? Uno di poche parole"
TuttoJuve.com
© foto di DANIELE MASCOLO

L'attaccante del Milan Zlatan Ibrahimovic ha commentato ai microfoni di Sky Sport la sconfitta contro l'Atalanta: ecco le sue parole riportate da MilanNews.it. 

Cosa non è andato bene oggi? "Oggi è mancato tanto. Sono mancate tante cose. Non voglio avere tante scuse, tutte le partite devi entrare per ottenere il risultato. Oggi non ci siamo riusciti. Ora l'importante è recuperare e pensare alla prossima partita".

Ridimensionamento? "Dopo oltre 30 partite averne perse solo due... Quando mancano tanti giocatori entrano giocatori che non hanno tanta esperienza e che hanno poche partite in Serie A si vede. Non è una scusa. Si lavora e si fanno sacrifici. Siamo campioni d'inverno ma non mi dà niente".

Sul derby di martedì: "Il bello è che la prossima è tra qualche giorno, avremo la possibilità di fare meglio. Ora dobbiamo recuperare e prepararsi bene".

Ti piacerebbe giocare con Ilicic? "Se gli metti del pressing vero per lui è difficile. Oggi ha avuto tanto spazio, poteva fare anche più gol. Anche per me è uguale. Se nessuno mi fa pressing anche per me è più facile".

Essere campioni d'inverno: "Siamo a metà, questo vuol dire che fino ad ora abbiamo fatto bene. Ora è il periodo più difficile con tante partite. Ora biosgna stare bene fisicamente".

Sulla fase offensiva: "Nel primo tempo mi sentivo solo, quando mi arriva il pallone uno mi deve stare vicino. Invece mi sentivo solo, ma può essere anche la pressione dell'Atalanta".

Su Mandzukic: "Non parla tanto, si vede. Ho provato a dirgli benvenuto in slavo, in italiano. Il Mister gli ha chiesto se voleva dire qualcosa alla squadra e ha detto di no. È uno di poche parole, molto serio e concentrato".

Come si reagisce? "Ora pensiamo alla prossima partita. Importante è recuperare bene, pensare positivo, imparare dagli errori che comunque non è un processo molto veloce".