Garlando (Gazzetta): "Sarri vuole sfoltire la rosa ma a volte l'abbondanza è anche un bene"

19.08.2019 14:20 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture

A cinque giorni dall'inizio del campionato, Luigi Garlando su La Gazzetta dello Sport ha fatto il punto sulla Juventus: "In verità Sarri il centravanti ce l’ha già, vero (Higuain) e falso (Dybala). Icardi è più giovane del Pipita, ma vale il sacrificio della Joya? Al mercato Sarri chiede soprattutto di sfoltire perché a tanta abbondanza non è abituato. In mediana ha un bosco di titolari per due posti. Se a sinistra impera CR7, a destra se la giocano Dybala, Dougals Costa, Bernardeschi. Ogni scelta comporta un deposito di insoddisfazione in spogliatoio. E poi Sarri sa bene che un turnover frenetico ostacola l’apprendimento di un gioco nuovo che ha bisogno della ripetitività di uomini e di idee per maturare gli automatismi giusti. L’ambientamento di De Ligt, si è capito, non sarà immediato.  Serve tempo, ma alla seconda è già Juve-Napoli. All’esordio in A con l’Empoli, Sarri fece 3 punti nelle prime 5 partite. A Napoli 2 nelle prime 3. Una partenza lenta alla Juve degli 8 scudetti sarebbe più difficile da gestire. Ma i rischi sono ben compensati dalla rosa più forte e più profonda del torneo. E ad ogni cambio Sarri sarà ancora più forte dell’avversario. L’abbondanza è anche un bene".