Cobolli Gigli: "Paratici premiato? Non lo meritava, non è professionale. Agnelli dovrebbe fare le sue valutazioni"

04.12.2019 13:30 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Cobolli Gigli: "Paratici premiato? Non lo meritava, non è professionale. Agnelli dovrebbe fare le sue valutazioni"

Intervenuto ai microfoni di TMW Radio, l'ex presidente della Juventus Giovanni Cobolli Gigli ha parlato delle ultime dichiarazioni di casa Juventus, senza lesinare critiche nei confronti del d.s. Fabio Paratici: "Sinceramente non ho mai capito cosa pensa Paratici. Mi stupisce siano riusciti a dargli un premio dopo la campagna acquisti portata avanti quest'anno: stava provando a vendere giocatori come Dybala e Higuain, per fortuna non c'è riuscito. Detto questo, se la Juventus non riuscisse ad avere lo stesso peso di Real Madrid o altre big europee sarebbe un problema, visto il livello raggiunto dai bianconeri. Sono abbastanza convinto anche io che le Merengues abbiano favorito l'assegnazione del Pallone d'Oro a Modric, forse Perez ha provato a far scontare qualcosa a CR7. Mi sembra che ammettere la debolezza bianconera rispetto agli altri top club costituisca, da parte di Paratici, una mancanza di professionalità. Parliamo di un secondo di Marotta che non è in grado di fare il primo violino. Fossi nei panni del presidente Agnelli, persona che stimo molto, farei le mie valutazioni. Chiellini? E' un ragazzo intelligente e veemente a livello caratteriale; la sua frase è più giustificabile, mostra rispetto e protezione nei confronti di un compagno di squadra".